San Giorgio a Cremano, eliminazione delle strisce blu a favore delle bianche, percorso perdonale e nuovi attraversamenti

Condividi

Rivoluzione in via Salvatore Di Giacomo

NARDONE

San Giorgio a Cremano, 30 Maggio 2017 – Percorso per i pedoni e incremento delle strisce pedonali in via Salvatore Di Giacomo. Il sindaco Giorgio Zinno, d’accordo con l’assessore alla Sicurezza Ciro Sarno, ha firmato un’ordinanza con la quale ha aumentato a sei il numero di attraversamenti pedonali su via Salvatore Di Giacomo, nel tratto tra via Manzoni e l’intersezione con via Buongiovanni ed ha dato disposizione per la realizzazione di un percorso riservato ai pedoni, nel tratto tra l’intersezione con via Scarlatti e fino al civico 14 direzione via Buongiovanni. Il provvedimento si è reso necessario dal momento che la strada è parzialmente priva di marciapiedi, ma ogni giorno vi transitano centinaia di studenti delle scuole vicine con conseguente rischio per la propria incolumità. Per mettere in sicurezza via Salvatore Di Giacomo, a favore dei pedoni, è stato necessario eliminare alcuni stalli per la sosta a pagamento a favore di quelli bianchi, quindi gratuiti, anche se gli spazi sono diminuiti,  in quanto non più a spina di pesce, ma longitudinali al fine di allargare la carreggiata  e diminuire così i pericoli.

“Il provvedimento ha lo scopo di migliorare il transito delle numerose persone che ogni giorno percorrono questo tratto di strada – spiega il sindaco Giorgio Zinno –  anche in virtù dei numerosi plessi scolastici che si trovano nelle vicinanze. Rendere una città a misura di bambini e di famiglie significa anche intervenire sulle strade ad essi collegati e garantire l’ incolumità dei cittadini”.

D’accordo Ciro Sarno: “Agiamo secondo una programmazione che migliora di giorno in giorno la vita dei nostri cittadini. Questo è l’obiettivo dell’amministrazione Zinno: individuiamo le priorità e lavoriamo per ottimizzare servizi, viabilità e controlli”.    

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]