San Giorgio a Cremano: Ascoltare i giovani per non lasciarli soli. L’incontro tra il sindaco e gli studenti pubblicato sulla piattaforma europea

Condividi

San Giorgio a Cremano, 29 marzo 2019 – Giovani e cultura. E’ stata pubblicata sulla piattaforma europea la rivista Erasmus +, realizzata dagli alunni del Liceo Scientifico Carlo Urbani, in collaborazione con le delegazioni di studenti provenienti da Spagna, Portogallo, Grecia e Turchia che hanno partecipato all’omonimo progetto lo scorso dicembre.

Sulla rivista compare anche il logo della Città di San Giorgio a Cremano che ha concesso il patrocinio morale, nonchè le foto dell’incontro che si è svolto nella sala del Consiglio comunale lo scorso dicembre, quando gli studenti stranieri quelli sangiorgesi hanno intervistato il primo cittadino in lingua inglese, in particolare in materia di inclusione sociale e migranti. Con loro anche il presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Giordano, impegnato nei progetti di alternanza Scuola Lavoro tra gli istituti superiori e l’ente. Nella rivista è raccontata l’esperienza dei ragazzi stranieri a San Giorgio a Cremano, in particolare la bellezza della città con le sue ville storiche e il suo patrimonio artistico, le attività che l’amministrazione mette in campo con i giovani, coinvolgendoli in molteplici progetti, dal sociale alla cultura, del Premio Troisi dedicato alla ricerca dei giovani talenti comici e non solo e dell’obiettivo di integrare sempre più le generazioni, genitori e figli, facendoli interagire con il dialogo e la condivisione.

(E’ possibile consultare la rivista e rivedere le immagini dell’esperienza tra studenti e istituzioni  al seguente link https://madmagz.com/magazine/1499062#/)

Intanto, proprio nell’ottica di condividere le buone pratiche con gli studenti sangiorgesi, dopo il liceo Urbani anche l’istituto Scotellaro  ha partecipato alla simulazione di Consiglio Comunale, durante il quale i ragazzi delle classi V H  – indirizzo turistico  e V I – indirizzo Scienze Umane hanno presentato all’amministrazione mozioni, interrogazioni  e proposte. Tra queste, incrementare iniziative a favore delle famiglie bisognose, soprattutto quelle con figli piccoli. I ragazzi infatti hanno proposto di collocare in strada o nelle ville contenitori in cui inserire giocattoli usati da poter poi distribuire ai genitori in difficoltà, mentre per gli anziani, hanno chiesto di creare gruppi di assistenza per poterli aiutare anche nelle faccende quotidiane, come fare la spesa o andare al cimitero.

Proposte che il Primo Cittadino e il Presidente del Consiglio Comunale hanno raccolto e prenderanno in esame, come è già avvenuto per quelle dei ragazzi del Liceo che sono state poi discusse,  durante una seduta ufficiale do Consiglio.

“Non mi stancherò mai di dire che i giovani costituiscono un bene prezioso per ogni comunità – spiega il sindaco Giorgio Zinno. Renderli partecipi della vita amministrativa, ascoltarli e accogliere le loro proposte significa contribuire alla formazione dei nostri ragazzi, creare un forte senso di appartenenza al territorio e infondere in loro il concetto dell’impegno sociale, attraverso cui si trasmettono quei valori di solidarietà e sussidiarietà”.

D’accordo il presidente Giordano: “Entrambe le esperienze sono state un arricchimento per tutti. Per i ragazzi che hanno avuto e continueranno ad avere la possibilità di interagire con gli amministratori locali, comprendendo le dinamiche e le difficoltà di governare un territorio come il nostro, ma anche per noi che attraverso un dialogo costruttivo,  possiamo comprendere le esigenze delle nuove generazioni, aprendoci a sempre nuove opportunità e attività da mettere in campo”  .

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]