Salerno, accesso al credito per la ripresa post-Covid19

Condividi

Prefettura al lavoro con il settore bancario per mappare le istanze a tutela dell’economia legale

Call conference oggi a Salerno per la conferenza permanente-Servizi alla persona e alla comunità attivata dalla prefettura.

NARDONE

Il prefetto Francesco Russo si è confrontato sui temi dell’accesso al credito, della tutela dell’economia legale e del sostegno alle famiglie con i presidenti della provincia e della camera di commercio e con i vertici territoriali dell’associazione nazionale comuni italiani (Anci), della Banca d’italia e dell’Associazione bancaria italiana (Abi).

Per mettere a frutto a vantaggio dell’economia legale le misure economico-fiscali per preparare la fase 2 di ripartenza dopo l’emergenza Coronavirus, bisogna garantire sul territorio maggior fluidità alle richieste di finanziamento, tutelando trasparenza e legalità.

A questo scopo, per rispondere in tempi brevi al pressante bisogno di liquidità di privati e aziende – confermato dalla camera di commercio – si potrebbe ricorrere all’autocertificazione, come propone Abi a livello nazionale, recuperando «il rapporto fiduciario tra cittadini e istituzioni, quale strada obbligata in questo momento storico a fondamento della società civile», ha sottolineato il prefetto.

Il prossimo passo, già avviato da Abi con la compilazione di un questionario agli istituti di credito, sarà quello di mappare le richieste di finanziamento, che non saranno condizionate – ha precisato l’associazione in una direttiva – da eventuali rapporti bancari, ovvero debiti, preesistenti.

La mappatura servirà anche a prevenire – con la collaborazione delle Forze di polizia specializzate – tentativi di infiltrazioni criminali nel circuito finanziario e nell’economia.

Famiglie e imprese in difficoltà nell’accesso al credito presso gli istituti bancari possono rivolgersi alla Banca d’Italia, ricorda la prefettura.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]