‘Rust’, arriva la confessione dell’assistente alla regia del film con Alec Baldwin

Condividi

Los Angeles, 28 ott. – Non accenna a calare il sipario sul film ‘Rust’ ed Alec Baldwin, dopo la tragedia verificatasi sul set, quando l’arma che l’attore aveva in mano ha sparato, non a salve, come l’aiuto alla regia aveva invece dichiarato dopo la morte accidentale della cineoperatrice Halyna Hutchins.

NARDONE

L’assistente regista David Halls, con gli interrogatori seguiti al mandato di perquisizione, ritratta le sue dichiarazioni ed ammette di non aver controllato tutte le pallottole della pistola di scena, da lui stesso passata ad Alec Baldwin prima dell’acclarata tragedia.

Sul set sono stati raccolti dagli investigatori il proiettile che ha colpito la Hutchins e il regista Joel Souza, risultato ferito, insieme ad altri 600 oggetti di scena e 500 munizioni.

“I fatti sono chiari: la pistola data a Alec Baldwin era carica con proiettili veri e stiamo cercando di capire come munizioni reali siano arrivate sul set”, spiega lo sceriffo della contea di Santa Fe, Adan Mendoza.
Sotto interrogatorio è finito anche l’armiere 24enne responsabile della sicurezza sul set, Hannah Gutierrez Reed.
La responsabilità di Halls al centro del mirino, nasce dal famoso grido lanciato sul set, ‘cold gun’, che vuol dire pistola scarica, con il quale l’arma è stata  consegnata a Baldwin prima delle riprese.

Il giallo si infittisce dal momento che emergono nuove rivelazioni sul conto anche della giovane Reed. La donna  era alla sua seconda esperienza cinematografica, dopo aver lavorato al film The Old Way con Nicolas Cage. Le indiscrezioni riportate da The Wrap rivelano che anche in quel caso le procedure non fossero state rispettate, tanto che Cage ed il resto della crew avrebbero chiesto il licenziamento della Gutierrez-Reed.


Stu Brumbaugh, responsabile capo del film, avrebbe confermato quanto accaduto anche in quella circostanza.

 

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.