Roberto Saviano e la sua storia infinita

Condividi

anna tortora
Anna Tortora

Roberto Saviano, scrittore famoso soprattutto per aver scritto il libro Gomorra, ha preso una sorta di fissazione con il partito di Giorgia Meloni.
Fissazione sì, perché non si possono passare le giornate a parlare della destra e di Fdl se non ci fosse un sentimento, una passione.
Ultima bellissima sua performance è il monologo contro l’evento Atreju, in cui sostiene che il personaggio Atreju della Storia infinita sia di Sinistra.
Roberto Saviano decide chi è di Destra e chi è di Sinistra. Di questo passo dirà anche che Babbo Natale è di Sinistra e che, dunque, non dovrà essere nell’immaginario, nei sogni innocenti, dei bambini nati da persone di Destra.
Ricordiamo a Saviano che la Destra non è solo Fascismo e che la Destra ha vantato uomini come Sella, Cavour, D’Azeglio, Rosmini, ecc…

E il problema più serio non è Saviano, ma i suoi seguaci che ripetono senza riflettere ciò che lui afferma, imitando coloro che contestano ovverosia i seguaci della Meloni.
Ma sapete perché accade questo? Sempre per il solito motivo: la perdita di punti fermi.
C’è una pagina della cultura contemporanea, si tratta di un testo breve del poeta Hofmannsthal, “La lettera di Lord Chandos”, che descrive benissimo il tema che stiamo affrontando. Il poeta scrive a Francesco Bacone il suo tormento, cioè che non riesce più a rappresentare attraverso le parole ciò che vede.
Questa appare quasi una tragedia, ma è un problema affrontato anche dal punto di vista di scienze umane come la linguistica, la semiotica, che con la distinzione tra il segno, il significato, il significante, ci portano a dei risultati non solo negativi, aiutandoci a distinguere quello che accade.
Insomma, cerchiamo di ragionare. Atreju è di tutti, caro Saviano, non solo tuo (perché tu stai dicendo sia di Sinistra, non altri) e ci sono dei termini validi sia per chi è di Destra come per chi è di Sinistra. Tipo “ignorante” c’è chi ignora da Destra e chi da Sinistra. E poi tante belle cose, tanti personaggi che hanno fatto sognare generazioni di bambini. Lascia in pace Atreju, tanto dolce e carino, lascialo volare verso nuovi sogni…

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.