Risultati Elettorali, Orlando lo ammette: “Ci hanno sconfitti, spesso i nostri elettori votano contro il PD”

Condividi

Napoli, 28 giu. – “Non sono d’accordo con la lettura di Renzi e come ci ha invitato a fare lo stesso Renzi, direi di non fare il giorno dopo come la vecchia politica: si tratta di una sconfitta”. Lo dice Andrea Orlando a Corriere Live. Una sconfitta “con alcuni fenomeni politici che vanno analizzati: il centrodestra mobilita il suo elettorato, il centrosinistra no. Noi una riflessione politica la dobbiamo fare e non si può derubricare come un risultato a macchia di leopardo”.

NARDONE

“Io penso che sia un campanello d’allarme significativo, ma rimediabile. Si può tornare in carreggiata. C’è un isolamento, c’è un elettorato che non solo il PD ha perduto ma che spesso vota contro il PD”, aggiunge il ministro della Giustizia.

“Nel centrosinistra si è creata una lacerazione profonda. Servono umiltà, ascolto, disponibilità a cambiare”. Nessun dubbio che per i democratici sia stata una sconfitta: “Perdiamo elettori e spesso i nostri vanno a votare contro il PD”. Per dare un’immagine di compattezza, ha osservato Orlando, “non basta la dichiarazione di Prodi, o la singola realtà dove hai tentato di unire le forze, se poi la gente vede che nel nostro campo ci si prende a mazzate”.

Perchè Salvini e Berlusconi si danno mazzate e vincono? “Loro nonostante le botte non hanno mai detto che andranno separati”. “Se andiamo a votare con questa legge elettorale e non ricostruiamo un campo di forze, la prospettiva sono le larghe intese”, ha avvertito Orlando, “scommettere solo sul proporzionale è un azzardo. Dobbiamo rimettere un quid di maggioritario che consenta di incentivare la ricerca di coalizioni”.

Su un’eventuale alleanza con Bersani e D’Alema, il Guardasigilli ha spiegato che “la questione non si risolve rimettendo insieme i pezzetti di PD che si sono frantumati, dobbiamo ripartire da un progetto politico”.

Renzi, ha aggiunto Orlando, “è intelligente, non può rimanere sordo. Mi attendo dei toni meno liquidatori e un po’ più di rispetto per chi solleva dubbi. Abbiamo perso. Chi lo nega e da del politicista a me perchè ‘le formulette non bastano’ si assume l’onere di fare un’altra proposta”.

 

loading...

Antonio De Falco

Laureato in Ingegneria Gestionale. Scrivo perché il mondo non è ancora compiuto e le storie non sono state raccontate tutte: l'abilità di scrivere è nell'immaginare che i fatti continuano ad accadere e che esistono ancora infinite storie.