Riforma della giustizia. Archiviato Bonafede?

Condividi
Anna Tortora

La riforma Cartabia è un successo?
“Accelerare i processi, garantire strutture sufficienti per gli operatori di giustizia, evitare qualunque rischio di impunità. L’equilibrio trovato dal Governo Draghi rende la riforma della giustizia migliore. Lo avevamo chiesto e ci siamo spesi per l’accordo fino in fondo. Bene.
La riforma della giustizia ci avvicina all’Europa e ci fa compiere grandi avanzamenti in termini di modernità ed efficacia. La Ministra Cartabia ha trovato il giusto equilibrio per superare la riforma precedente senza scadere nell’impunità. Ci siamo spesi per l’accordo. Ne siamo contenti.”
Enrico Letta, PD

NARDONE

“Soddisfazione per archiviazione definitiva di Bonafede e le sue riforme. Ottimo il lavoro del Presidente Draghi. Il segno della discontinuità è evidente nonostante i tentivi del movimento 5stelle di boicottare, una volta ancora, il lavoro del Governo. Anche loro alla fine si sono arresi. Bene cosi.”
Ettore Rosato, Italia Viva

“Tutto il nostro impegno per approvare la riforma della Giustizia in tempi brevi: i referendumgiustizia rappresentano uno straordinario momento di partecipazione degli Italiani, utile a migliorare ulteriormente il funzionamento dei tribunali con particolare attenzione per i processi per mafia, traffico di droga e violenza sessuale.”
Matteo Salvini, Lega

La cosa più ridicola è la soddisfazione di Di Maio
“Il lavoro, la costanza, la determinazione, il dialogo. Quando si ha un obiettivo comune si possono raggiungere importanti risultati, e la riforma della giustizia approvata in Consiglio dei Ministri è un passo fondamentale che non lascia spazio a rischi di impunità per i reati di mafia e terrorismo. Il contributo del MoVimento 5 Stelle come sempre è stato determinante.
Davanti a noi c’è ancora tanto da fare, dobbiamo viaggiare spediti per investire al meglio le risorse straordinarie che stanno arrivando in Italia dall’Europa. E dobbiamo correre per essere competitivi con gli altri Paesi, ma per farlo serve il contributo di tutti. 
Siamo in una fase in cui bisogna costruire l’Italia del domani che guardi ai giovani, che punti sulla digitalizzazione, che dia risposte a famiglie, lavoratori e imprese.
Ripartire significa essere propositivi e protagonisti, attenti a chi si trova in difficoltà, pronti a sostenere chi investe e crea occupazione.
Non c’è spazio per egoismi, andiamo avanti mettendo al primo posto gli interessi e il bene degli italiani.”
Roba da matti.
“I ministri del Movimento cinque lagne, dopo aver minacciato le dimissioni con una pistola ad acqua, hanno approvato i provvedimenti Cartabia sulla giustizia.”
Giancristiano Desiderio, giornalista e scrittore

Dall’opposizione
“Che brutta prova quella del governo sulla riforma della giustizia penale.
Una materia così importante e delicata che non viene ne discussa ne condivisa. Ancora una volta il
Problema è tutto interno alla maggioranza ma gli effetti negativi del pastrocchio che stanno facendo lo pagheranno i cittadini.”
Ylenja Lucaselli, Fratelli d’Italia

E l’ottima riflessione dello storico Paolo Macry
“Draghi/Cartabia hanno dovuto concedere qualcosa (non marginale) ai tagliagole pur di varare la riforma. Domani Conte e i suoi canteranno vittoria. Hanno abolito la mafia, dopo la povertà, diranno. Restano il buco nero illiberale del parlamento. ma dobbiamo resistere fino al 2023, quando finalmente saranno cacciati.”

Dulcis in fundo
“La riforma della giustizia ostaggio delle procure militanti che vogliono utilizzare l’aggravante mafiosa per tenere sotto processo a vita la politica. E il governo e il Parlamento ostaggi dei 5Stelle che, pure, nel Paese non contano più niente. Preghiamo per questa povera Italia!”
Alessandro Barbano, giornalista

Preghiamo con tutta la fede possibile (non scherzo) perché da soli non ce la possiamo fare.

loading...

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.