Riders: Nappi (Lega), no a guerra tra poveri, regione favorisca investimenti

Condividi
“L’ultimo episodio che ha visto coinvolto un rider, accoltellato durante una lite per una consegna da un collega di lavoro stando alle ipotesi investigative, e il primo sciopero dei dipendenti di Amazon, testimoniano una ‘guerra tra poveri’ che la politica deve assolutamente contrastare”. Così il consigliere regionale della Lega Campania Severino Nappi, che prosegue: “La pandemia ha favorito gli affari del comparto del delivery e della logistica, ma ha anche acuito le difficoltà di chi vi è impiegato con contratti a cottimo e privi di stabilità. La Campania, terra di precarietà, deve affrontare questa stagione di drammatica emergenze con un piano complessivo che aiuti l’economia a ripartire, condizionato però alla stabilizzazione dei lavoratori in modo da porre fine alla povertà dilagante e sostenere le pmi locali che altrimenti rimangono schiacciate dai colossi”. E conclude: “In questa direzione vanno le proposte lanciate già da tempo da Matteo Salvini nel confronto con la stessa Amazon chiamata a coniugare le crescenti opportunità di profitto con maggiori garanzie sul piano del welfare, assumendo i lavoratori a tempo determinato e praticando per esempio sconti speciali sulle vendite online per aiutare i negozi italiani, aumentando gli investimenti diretti in Italia e facilitando l’accesso alla piattaforma digitale per i piccoli imprenditori”.

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]