Renzi, la fine del Pd

Condividi

“Le opposizioni” al governo Meloni “sono solo due: l’opposizione populista di Conte e l’opposizione riformista nostra e di Calenda. Il Pd deve scegliere con chi stare. Ci sono solo due opposizioni”.

 

“Elly non è un’iscritta al Pd. E’ una ragazza molto brava, massimo rispetto. Ma la fine del Pd c’è con o senza lei. “Se alla guida del Pd va la Schlein prevedo una bellissima, grande alleanza a sinistra con Conte, Bettini, D’Alema e noi alle prossime elezioni saremo la maggioranza. Una sinistra in quel modo è condannata a perdere. Se il Pd sceglierà Schlein, auguri di buon lavoro a Schlein, Bettini e Conte, li vedo bene insieme, ma penso che sono destinati a perdere le elezioni”, ha affermato il leader di Italia Viva.

E ha aggiunto: “Le opposizioni” al governo Meloni “sono solo due: l’opposizione populista di Conte e l’opposizione riformista nostra e di Calenda. Il Pd deve scegliere con chi stare. Ci sono solo due opposizioni”.

“Noi – ha sottolineato Renzi – faremo l’interesse del Paese. Se fa cose giuste noi siamo con la Meloni, se sbaglia saremo contro la Meloni. Mi sembra molto giusto per il voto degli italiani, se sono bravi andranno avanti sennò falliranno”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]