Regno Unito, Covid-19: una donna di 90 anni la prima a ricevere il vaccino

Condividi

Una donna di 90 anni è diventata la prima persona a ricevere il vaccino anti-Covid come parte del programma di vaccinazione di massa in corso di lancio in tutto il Regno Unito.

 

Margaret Keenan, che compirà 91 anni la prossima settimana, ha detto che è stato il “miglior regalo di compleanno anticipato”.

Le è stata somministrata l’iniezione alle 06:31 GMT, la prima di 800.000 dosi del vaccino Pfizer / BioNTech che verranno somministrate nelle prossime settimane.

Entro la fine del mese sono attesi fino a quattro milioni in più.

Gli hub nel Regno Unito vaccineranno gli ultraottantenni e parte del personale sanitario e assistenziale: il programma mira a proteggere i più vulnerabili e riportare la vita alla normalità.

La matrona May Parsons ha somministrato il vaccino alla signora Keenan all’ospedale universitario di Coventry.

covid vaccinoLa sig.ra Keenan, originaria di Enniskillen, ha dichiarato: “Mi sento così privilegiata di essere la prima persona vaccinata contro il Covid-19, è il miglior regalo di compleanno anticipato che potrei desiderare perché significa che finalmente non vedo l’ora di passare del tempo con il mio famiglia e amici nel nuovo anno dopo essere stato da solo per la maggior parte dell’anno. “

“Non posso ringraziare abbastanza May e lo staff del NHS che si sono presi cura di me in modo straordinario, e il mio consiglio a chiunque abbia offerto il vaccino è di prenderlo – se posso averlo a 90, allora puoi averlo anche tu”.

Il Regno Unito è il primo paese al mondo ad iniziare a utilizzare il vaccino Pfizer dopo che le autorità di regolamentazione ne hanno approvato l’uso la scorsa settimana .

Il segretario alla salute Matt Hancock ha detto alla BBC Breakfast che ci aspettava “una lunga marcia, ma questo segna la via d’uscita”.

Ha detto di aver provato “emozioni contrastanti” questa mattina dicendo che era “elettrizzato e felice” di vedere Margaret ottenere il suo jab, ma era anche “davvero determinato che come paese dobbiamo restare uniti”.

“Questo virus è mortale. Dobbiamo rispettare le regole”, ha detto.

Il primo ministro Boris Johnson ha ringraziato il NHS e “tutti gli scienziati che hanno lavorato così duramente per sviluppare questo vaccino”, i volontari e “tutti coloro che hanno seguito le regole per proteggere gli altri”.

“Lo batteremo insieme”, ha aggiunto.

La vaccinazione non è obbligatoria.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]