Rc Auto, dal PD nuovo schiaffo agli italiani

Condividi

Roma, 28 giu. – Automobilisti tartassati “grazie” al PD. Torna il tacito rinnovo per la Rc Auto. Significa che le compagnie assicurative potranno rinnovare in automatico il contratto in scadenza, in assenza di un’esplicita disdetta. E quindi potranno far scattare aumenti giocando sulle dimenticanze dei clienti. Difficile controllare ogni scartoffia, verificare costantemente se il rapporto con una certa assicurazione resti o meno vantaggioso. Una beffa insomma. E pensare che da quando è stato eliminato il tacito rinnovo per le assicurazioni tradizionali, nel 2012, il premio medio dell’assicurazione si è ridotto di 80 euro, ovvero del 18,3% come spiega il sito Linkiesta.

NARDONE

All’epoca opporsi al rinnovo era un onere del cliente, obbligato a comunicare tramite raccomandata la disdetta del contratto almeno 15 giorni prima della scadenza della polizza. L’abolizione del tacito rinnovo ha favorito i cambi di compagnia assicurativa, allo scopo di ottenere condizioni contrattuali più vantaggiose. Lo schiaffo ai consumatori si è concretizzato con un emendamento approvato dalla commissione attività produttive della Camera. La norma, per ironia della sorte inserita nel ddl “concorrenza”, sarà approvata entro l’estate. E chi ha promosso questo geniale emendamento? La senatrice del PD Laura Puppato. Che di professione faceva l’imprenditrice nel ramo assicurativo tradizionale. Esattamente quello favorito dal meccanismo del tacito rinnovo. Guarda caso. Del resto viviamo in un Paese dove i conflitti d’interessi diventano tali solo se riguardano esponenti del centrodestra.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]