Radicali , Criscuolo : ” avere un parente ucciso dalle mafie non fa curriculum in politica . Contraddizioni sulla farsa ” della trattativa stato-mafia “

Condividi

Napoli, 10 giu. – “In Italia esiste l’ oligarchia delle vittime delle Mafie . Il programma elettorale si basa sul vittimismo personale e lo Stato agevola il risarcimento spianando loro la strada verso l ‘ ingresso nelle aule parlamentari . Questo atteggiamento tuttavia è contraddittorio rispetto alle accuse di partiti nati sotto la stella giustizialista tipica dell’ era tangentopoli . Come si può accettare di sedersi nei palazzi del potere dopo aver subito un torto di questa dimensione  ? Come si può avere il coraggio di diventare complice dello Stato se si è dalla parte di chi continua ad insistere , nonostante l’ assoluzione del generale Mori , riguardo la farsa sulla ” trattativa Stato Mafia ” ?

NARDONE

Ed infine , ritornando ad un argomento dei giorni nostri , come si può parlare di 41 bis se Toto’ Riina viene ancora reputato un boss che detta ordini dal carcere ?

Qualcosa non va , forse anche questa è tutta una farsa sulla pelle dei morti ammazzati dalle Mafie” .

E’ il commento dell’Avv. Rosa Criscuolo, segretario Associazione Prospettive Radicali – Radicali Caserta, Comitato Nazionale Radicali Italiani, Associazione PERLAGRANDENAPOLI e Presidente Ass. Luca Coscioni Caserta.

 

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]