Radicali, Criscuolo : “25 aprile : Grazie ai partigiani ma senza gli Alleati non avremmo mai vinto contro un esercito come quello nazi-fascista”

Condividi

“Sono incomprensibili le persistenti manifestazioni di ostilità da parte di alcuni centri sociali e vari facinorosi nel corteo del 25 aprile inclini a negare l’ esistenza della Brigata Ebraica “, dichiara Rosa Criscuolo segretario dell’ Ass. Radicali Caserta.

La Brigata Ebraica, costituita da volontari ebrei provenienti dalla Palestina, allora sotto Mandato britannico, fu istituita da Churchill, d’accordo col Presidente americano Roosevelt, nel settembre del 1944, aderendo con una certa riluttanza alle molteplici richieste dell’Agenzia Ebraica che, fino dal settembre del 1939, aveva offerto l’appoggio della Comunità ebraica di Erez Israel allo sforzo bellico degli alleati. Ai membri della Brigata Ebraica e delle PLUGOT, va la riconoscenza della comunità ebraica italiana e delle migliaia di profughi assistiti durante la loro permanenza nella Penisola.

” Il dibattito attuale sulla ricorrenza dell’ evento che ha interessato il 25 aprile dovrebbe farsi carico della memoria storica del nostro Paese. A Marco Pannella è riconosciuto da parte della comunità ebraica il merito di avergli insegnato a non isolarsi e dunque è fondamentale rispettare e mantenere inalterato il rapporto privilegiato con essa “, così conclude Rosa Criscuolo.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]