Radicali Campania, Criscuolo: ” BLUE WHALE come GOMORRA !!! anche noi abbiamo il nostro Philipp Budeikin”

Condividi

Chi non ricorda il film Trainspotting o Fight Club ? « I chose not to choose life: I chose somethin’ else. And the reasons? There are no reasons. Who needs reasons when you’ve got heroin? ». (Io ho scelto di non scegliere la vita: ho scelto qualcos’altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l’eroina? ) , ( tratto da Trainspotting) .

NARDONE

Durante il film puoi ascoltare la voce fuori campo di Mark Renton mentre scappa dai poliziotti con l’ amico  Spud e dichiara di rinunciare alla vita escludendo i più blandi luoghi comuni, cioè i figli e i beni materiali, e, insieme ad alcuni amici, ha preferito vivere offuscato dall’eroina. La creazione di un piano eco – terrorista “Progetto Mayhem” avverso L’ American way of life  invece è al centro di un celebre romanzo di  Chuck Palahniuk,  dove in un circolo per uomini alienati e insoddisfatti si consumano combattimenti clandestini pur di rovesciare la società disumana . Ogni volta che Tyler ha nuovi ospiti al circolo gli ripete le otto regole del Fight Club : ” Signori, benvenuti al Fight Club. Prima regola del Fight Club: non parlate mai del Fight Club. Seconda regola del Fight Club: non dovete parlare mai del Fight Club. Terza regola del Fight Club: se qualcuno grida “basta”, si accascia, è spompato, fine del combattimento. Quarta regola: si combatte solo due per volta. Quinta regola: un combattimento alla volta, ragazzi. Sesta regola: niente camicia, niente scarpe. Settima regola: i combattimenti durano per tutto il tempo necessario. Ottava ed ultima regola: se questa è la vostra prima sera al Fight Club… dovete combattere! ” .

AUTODISTRUZIONE , REGOLE , RIFIUTO DELLA DISUMANA SOCIETÀ . Da qualche giorno abbiamo avuto conoscenza di un episodio di suicidio a Livorno che sembri ricollegarsi alla catena del BLUE WHALE che ha origine in Russia . Dalle primissime notizie pare che esistano ben 50 step da superare che culminano poi con un salto nel vuoto da un palazzo . Ben 157 le morti accertate  all’ estero e i video sparsi sul web filmano ragazzi dai 15 ai 17 anni che portano a compimento il gioco . Perché giocare con la morte ? Chi sono questi curatori che insegnano a giovani , menti plasmabili , il rifiuto della vita imponendo le loro regole ? Philipp Budeikin , il reo confesso studente di psicologia e ‘ ideatore del ‘ BLUE WHALE ‘ e non ha dimostrato alcun pentimento , dichiara : ” Non sono pentito di ciò che ho fatto , anzi : un giorno capirete tutti e mi ringrazierete ” . Ed ancora : ” Ci sono le persone e gli scarti biologici . Io selezionavo gli scarti biologici , quelli più facilmente manipolabili , che avrebbero fatto solo danni a loro stessi e alla società . Li ho spinti al suicidio per purificare la nostra società . Ho fatto morire quelle adolescenti , ma erano felici di farlo . Per la prima volta avevo dato loro tutto quello che non avevano avuto nelle loro vite : calore , comprensione , importanza ” . Nella nostra società i giovani hanno bisogno di sentirsi importanti e per questo i social scoppiano di foto , post e anche tantissima creatività positiva che naviga sul ” deep web ” e il ” dark net ” . Il protagonismo è’ il diktat e senza più nessun punto di riferimento i capitani che indicano la via non sono più i genitori ma miti , personaggi di fantasia , o santoni farabutti . A dettare le regole del ” camorrista provetto ” e’ da molti anni la serie Gomorra che se con il celebre Best Seller ha dato una svolta nella coscienza del crimine campano , col tempo si è rivelato un ricettacolo di preziose informazioni per chi voglia intraprendere la carriera del criminale . I giovani si sentono protagonisti poiché ne viene emulato il look , il dizionario linguistico e celebrate le gesta . Insomma tutte queste sono buone ragioni per prenotare un posto in prima fila per la ” paranza dei bambini ” . Roberto Saviano e’ il ” curatore ” non più il narratore di questa generazione di giovani criminali , e non è più possibile affermare la sua inconsapevolezza poiché il suo carisma sulle masse è ‘ più che scontato , una vera macchina da guerra quasi ritenuto una ” bocca della verità umana ” . È’ fondamentale comprendere che tutte le norme scritte e recitate in Gomorra sfociano nella morte , in un gioco della morte per il potere, per uscire dall’ anonimato , per ricevere ” calore , comprensione ed importanza ” , proprio come confessa Philipp Budeikin .

Avv. Rosa Criscuolo

segretario Associazione Prospettive Radicali – Radicali Caserta

Comitato Nazionale Radicali Italiani

Presidente Ass. Luca Cosconi Caserta

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]