Racket, Rostan (Mdp): “Denunciare insieme è l’unica strada, persone unite fanno paura”.

Condividi

Presentata alla Camera dei deputata l’associazione Wide dell’imprenditore Leonardi, sotto scorta da anni.

NARDONE

Roma, 5 ott. –  Denunciare il racket e poi fare squadra per essere più forti. E’ questo l’obiettivo dell’associazione nazionale Wide, nata da una idea di Luigi Leonardi, imprenditore napoletano che ha denunciato i clan di camorra ed è sotto scorta da anni. La presentazione, oggi a Roma, con una conferenza stampa presso la Camera dei deputati, alla presenza della deputata di Mdp, Michela Rostan.

“Essere uniti – dice la parlamentare napoletana –  è l’unico modo per combattere la criminalità organizzata.  Chi è sotto scacco del racket della camorra ha una via d’uscita: denunciare. Non è difficile come sembra. Basta non essere soli. Con questa straordinaria rete associativa, si può denunciare tutti insieme, trovare una comune strategia, farsi forza, sostenersi. Una persona sola ha paura, tante persone insieme fanno paura”.

Nel corso della conferenza stampa sono stati presentati casi di aziende che hanno avuto la forza di sottrarsi alla morsa della malavita e sono diventate best practice locali grazie all’aiuto dell’associazione Wide. Tra questi, Gianluca Golia di Fresco 24, azienda della provincia di Caserta, che non solo ha avuto il coraggio di denunciare gli estorsori che lo taglieggiavano ma oggi ha sviluppato un modello di business incentrato sulla difesa del territorio investendo nel settore del food di qualità e diventando, con il coraggio della denuncia e l’innovazione dell’impresa, un doppio fattore di sviluppo per il territorio.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]