Quirinale. Scappano gli scoiattoli?

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

È una settimana piena di pronostici e punti interrogativi. Chi sarà l’erede di Mattarella al Quirinale?
“Nel 1948 il candidato era il Conte Sforza. Ma De Gasperi capì che non ce l’avrebbe fatta, e al quarto scrutinio venne eletto Einaudi, ex Governatore Bankitalia.”
Antonio Polito, editorialista del Corriere della sera

E ancora…
“Berlusconi ha detto a Salvini e Meloni che andava a comprare le sigarette ed è scappato con gli scoiattoli.”
Va bene…
“Il Messia Draghi, il Salvatore, l’apostolo, Super Mario, lavora notte e giorno per ‘fuggire’ al Quirinale. Ed il Movimento cosa sta pensando di fare? Davvero si presterebbe a tutto questo? Sarebbe pronto a fare il quarto governo in 4 anni?”
Alessandro Di Battista, Movimento cinque stelle

“Temo si sottovaluti la complessità della fase esecutiva del PNRR, con le tante riforme che la debbono accompagnare, e così la sua rilevanza per il futuro del Paese.
Diversamente si sarebbe meno propensi ad immaginare il trasferimento di Draghi dal Governo al Quirinale.”
Giorgio Gori, PD

Mariolina Castellone, Movimento cinque stelle, sull’elezione del presidente della Repubblica non si sbilancia sui nomi: “Stiamo cercando un profilo condiviso, stiamo dialogando con tutte le forze politiche”
Tra le altre ipotesi…
“Amato al Quirinale sarebbe una tragedia.
Gianni Letta al Colle sarebbe la comica finale.”
Giancarlo Lehner, giornalista e già parlamentare della Repubblica

“A quattro giorni dalle votazioni per il Quirinale i partiti che pure formano insieme la maggioranza, non sono riusciti a incontrarsi neppure una volta per parlare della continuazione del Governo Draghi, figurarsi del Quirinale. Un segnale di irresponsabilità. Darsi una mossa?”
Carlo Calenda, Azione

“Paolo Mieli conferma la sua profezia sul prossimo presidente della Repubblica: “Draghi al Quirinale, Cartabia a Palazzo Chigi ma potrebbe esser anche un altro.”
Mi sembra chiaro!
“Le due questioni di chi va al Quirinale e di chi guiderà il Governo vanno decise insieme dai partiti. Non ci possiamo permettere una crisi al buio o un governo debole nel 2022.”
Carlo Cottarelli

“Per l’elezione del Quirinale serve un patto di fine legislatura per consentire al Paese di uscire dall’emergenza ed eleggere un Presidente della Repubblica di alto profilo, autorevole, che abbia un forte rispetto internazionale.”
Enzo Maraio, Psi

“Paolo Romani sulla candidatura di Silvio Berlusconi al Quirinale racconta un aneddoto: “L’ho sentito e gli ho detto che le telefonate di Sgarbi non erano serie ma noi lo voteremo. Mancheranno voti in Lega e FdI? E chi lo sa…”
“Con Berlusconi ci sarebbe la pacificazione del Paese: il suo fu un governo patriottico”
Ignazio La Russa, Fratelli d’Italia

“Che cosa accadrà se Berlusconi si ritira? Dipende da come lo farà. Giorgia Meloni: è il mio candidato ma non il mio portavoce.”
Antonio Polito

“La Costituzione stabilisce l’identikit del Presidente della Repubblica ma non c’è scritto che non debba venire da destra. Se non è mai accaduto, è solo per i numeri in Parlamento. Il punto non è la provenienza ma la sua capacità di rappresentare l’unità della Nazione.”
Matteo Renzi, Italia Viva

Il vero problema è che i partiti non riescono a trovare un nome. E questa sarebbe politica?

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.