Quello era mio padre

Condividi
Rosa Criscuolo
Rosa Criscuolo

Si legge in giro che dalle stime dei decessi che per lo più si tratterebbe di uomini e anche piuttosto anziani . Qualcuno tira un sospiro di sollievo come se queste perdite non fossero umane , come se ci liberassimo di una zavorra inutile . Eppure stiamo parlando dei nostri nonni ,dei nostri padri ,dei nostri fratelli ,dei nostri mariti ,dei nostri ,cugini ,zii ,amici ,inquilini ,vicini di ombrellone ,compagni di banco ,amici di liceo . Assurde le polemiche di queste ultime ore tra il prof. Galli e Ascierto rispetto al rivendicare un primato su una cura che in ogni caso Napoli ” ha condiviso” con il resto d’ Italia, così come non sono stati risparmiati i cordogli per le vittime del nord dal sud che ha cominciato a cantare sui balconi diffondendo un sentimento di unita’ poi imitato in tutto il resto d’ Italia . Diciamocelo che qui siamo abituati a vivere in emergenza e con pochi strumenti sebbene ci dimostriamo spesso non affezionati alle regole e per questo il nostro Governatore ha deciso di ricreare un clima anni ’40 con i carri armati per le strade di Napoli che non si arrendono a diventare vuote , forse perche’ di pesti i napoletani ne hanno viste tante e come si dice ” o napulitan si fa sicc ma nun more ” . C’e’ da aggiungere che la determinazione del Governatore della Campania ha dato vigore ai decreti di Conte mentre le prove della politica locale lombarda , veneta ed emiliana hanno dato dimostrazione di mancanza di tempestivita’ e responsailita’ nei confronti dei cittadini confidando poi  nella speranza che Guido Bertolaso possa studiare strategie di contenimento efficaci .  Nei moderni rifugi antiatomici corredati di wifi non si sta male ma l’ immobilita’ dell’ economia sommersa rischia di far annegare molte famiglie che potrebbero non veder piu’ garantito il famoso piatto a tavola a cui forse penseranno i famosi militari con distribuzioni alimentari qualora il Presidente del Consiglio prorogasse oltre le previsioni un decreto che ha portato il nostro Paese al lockdown ? E quando il nemico non sara’ piu’ il virus e la nebbia della paura si diradera’ nella nostra mente cosa pesera’ di piu’ per gli italiani : le tasche vuote o le lacrime per la perdita dei nostri padri trasportati nelle bare dall ‘ esercito fuori dalla citta’ ?

NARDONE
loading...

Rosa Criscuolo

Legale , giornalista , membro del comitato radicale italiani . È' stata opinionista radio e TV . Vive tra Napoli e Roma. [email protected]