Qualità della Vita: il Sud sprofonda

Condividi

La 33esima edizione dell’indagine sulla Qualità della Vita stilata dal Sole 24 Ore premia Bologna. Per la quinta volta il capoluogo dell’Emilia-Romagna si aggiudica la vittoria, poi Bolzano e Firenze. Bologna era già stata premiata nel 2000, 2004, 2011 e 2020. Firenze scala otto posizione rispetto all’anno scorso, mentre Milano è all’ottavo posto. Roma e Torino peggiorano invece le loro prestazioni. La Capitale perde 18 posizioni. Il capoluogo piemontese è al 40esimo posto, Palermo all’88esimo e Napoli al 98esimo.
Ecco le dieci città italiane in cui la Qualità della Vita è migliore secondo la classifica del Sole 24 Ore.

Bologna, Bolzano, Firenze, Siena, Trento, Aosta, Trieste, Milano, Parma e Pisa. A queste seguono Cremona, Udine, Reggio Emilia, Bergamo, Sondrio, Verona, Modena, Cagliari, Gorizia e Venezia.

Le peggiori dieci per qualità della vita sono invece Crotone, Isernia, Caltanissetta, Foggia, Vibo Valentia, Reggio Calabria, Taranto, Enna, Caserta, Napoli. Seguite da: Salerno, Catanzaro, Cosenza, Potenza, Trapani, Brindisi, Catania, Siracusa, Messina e Palermo.

Dal punto di vista regionale molte delle province dell’Emilia-Romagna sono in crescita: Parma, unica altra nella top ten, guadagna tre posizioni e sale al nono posto. Crescono anche Reggio Emilia (13/a, +6), Modena (17/a, +7), Piacenza 24/a (+14) e Forlì-Cesena (34/a, +6). Peggiorano invece Ravenna (30/a, -3), Rimini (41/a, -3) e Ferrara (51/a, -6).

Per quanto riguarda i sei ambiti in cui sono suddivisi i 90 indicatori, il podio vede in cima per Ricchezza e Consumi Belluno, Bologna e Bolzano; per Affari e Lavoro Milano, Trieste e Roma; per Demografia, Salute e Società Bologna, Modena e Roma; per Ambiente e Servizi Pisa, Siena e Aosta; per Giustizia e Sicurezza Oristano, Pordenone e Sondrio; per Cultura e Tempo libero Firenze, Trieste e Gorizia. I 90 indicatori statistici alla base dell’indagine, di cui 40 aggiornati al 2022, presentano una serie di novità: due indicatori sull’inflazione; un pacchetto di indicatori su energia da fonti rinnovabili/riqualificazioni energetiche/consumi energetici; l’indice della partecipazione elettorale alle ultime elezioni politiche di settembre 2022; nove indici sintetici inclusi nell’indagine che aggregano più parametri (Qualità della vita di giovani, bambini e anziani, Qualità della vita delle donne, Ecosistema urbano, Indice della criminalità, Indice di sportività, Indice del clima, IcityRank sulle città digitali). Si confermano poi alcuni indicatori storici dell’indagine: valore aggiunto pro capite; prezzi delle case e incidenza dei canoni di locazione sul reddito medio dichiarato; imprenditoria giovanile; giovani Neet; ore di Cig ordinaria; infortuni sul lavoro; indice della qualità dell’aria; tasso di motorizzazione; indice di litigiosità nei tribunali; mortalità da incidenti stradali; numero di bar, ristoranti, librerie e palestre; agriturismi; indice di lettura; verde urbano; banda larga ultraveloce; amministratori comunali under 40.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]