Punto a Salerno sul ciclo dei rifiuti a Battipaglia

Condividi

Prefettura, provincia, regione e associazioni di categoria insieme per un’equa distribuzione dei siti sul territorio

Riunione oggi a Salerno, in prefettura, per fare il punto sul monitoraggio delle aziende del ciclo dei rifiuti presenti a Battipaglia, teatro, recentemente, di roghi nell’area industriale.

Al tavolo di lavoro attivato dal prefetto Francesco Russo proprio a seguito degli incendi, associazioni di categoria e sindacali del territorio comunale e della provincia, il sindaco di battipaglia Cecilia Francese, il presidente della provincia Michele Strianese, il direttore generale Lavori pubblici e Protezione civile della regione Campania Italo Giulivoi si sono confrontati con i vertici territoriali delle Forze dell’ordine e dei Vigili del fuoco e con dirigenti dell’azienda sanitaria locale (Asl) e dell’Agenzia regionale protezione ambientale Campania (Arpac) sui risultati delle ricognizioni avviate nei giorni scorsi.

Sono complessivamente circa 90, ha riferito l’assessore, le autorizzazioni rilasciate da regione e provincia ale aziende del ciclo rifiuti nel territorio, 20 solo in quello di Battipaglia. Regione e provincia, si sono impegnate a non rilasciare altre autorizzazioni nell’area del comune e per una distribuzione dei siti di trattamento nell’intera provincia che tenga conto di densità demografica e volume di rifiuti trattati.

Una necessità sentita e fatta presente dalle associazioni di categoria, che hanno chiesto di tener conto nei piani urbanistici anche della vocazione economica dei territori.

Procedono intanto a ritmo serrato i controlli da parte delle Forze dell’ordine e dei Vigili del fuoco disposti dal prefetto nell’ambito del comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica. Polizia e Carabinieri invitano inoltre le associazioni a collaborare anche riportando segnalazioni che i cittadini a volte fanno più al privato sociale che alle Forze dell’ordine.

Il prefetto ha ribadito la linea d’azione che è quella del lavoro di squadra, in linea anche con le indicazioni date nell’ultima riunione del comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica dal responsabile della cabina di regia nazionale presso la Presidenza del Consiglio dei ministri per l’emergenza sulla “Terra dei Fuochi”.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. red[email protected]