Puliamo il mondo, il sindaco Giorgio Zinno e l’assessore Ciro Sarno in campo per l’iniziativa di Legambiente

Condividi

San Giorgio a Cremano, 20 Sett. – Una lezione di civiltà e rispetto per l’ambiente nel Parco Paradiso e nel Parco Sannino, con 45 piccoli volontari dell’Istituto Comprensivo Don Milani – Dorso.

NARDONE

Venerdì 22 settembre, dalle ore 10 alle ore 13, il sindaco Giorgio Zinno e l’assessore Ciro Sarno scenderanno in campo con gli alunni della scuola sangiorgese per ripulire il parco pubblico di viale Formisano e quello dell’area ex Insud Case, nell’ambito dell’iniziativa promossa da Legambiente “Puliamo il mondo”.

Per la manifestazione, che si svolge contemporaneamente in tutta Italia, l’amministrazione ha coinvolto gli studenti delle scuola primaria, accompagnati da volontari adulti e dai docenti per pulire le villette, spesso luoghi di azioni barbare e incivili.

Muniti di apposito kit, a dare il buon esempio sarà  proprio il primo cittadino che darà il via alle attività di pulizia e decoro. “Speriamo con l’occasione di riuscire ad insegnare i nostri ragazzi , fin da piccoli, il rispetto non solo per l’ambiente ma per le cose comuni – spiega il sindaco Giorgio Zinno – Sarebbe bello vedere anche i genitori ì, per dare il buon esempio e condividere questa forma di sensibilizzazione verso gli spazi collettivi”.

La salvaguardia dell’ambiente e degli ambienti che appartengono a tutti i cittadini è il caposaldo di una comunità che cresce nel rispetto del prossimo – conclude Ciro Sarno – L’iniziativa di volontariato infatti è aperta a tutti coloro che vogliono condividere questa esperienza”. L’iniziativa Puliamo Il mondo è giunta alla XXV edizione che coincide con i 25 anni di Legambiente, ed è realizzata con la collaborazione di Anci e con i patrocini del Ministero dell’Ambiente, dell’Istruzione, l’Università  della Ricerca e U.P.I.

 

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]