Pressione fiscale a 38%, Nappi: “Famiglie ancora più povere”

Condividi

“Aumentare la pressione fiscale significa colpire le famiglie e renderle più povere. L’aumento certificato dall’Istat dello 0,3 punti percentuali rispetto a un anno fa rischia di essere solo la prima casella di una via crucis per i contribuenti che rischiano così di scontrarsi dal primo gennaio prossimo con l’aumento dell’Iva. È necessario invertire la rotta, che i Cinquestelle si adeguino alle politiche economiche moderne, che lo Stato costi meno e sia più efficiente”.

NARDONE

Così in una nota Severino Nappi, Giuslavorista ed ex assessore regionale al lavoro.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]