Presentazione libro di Lucio De Angelis “Prison Sapiens. La chiamata del Titano”

Condividi

Il Grande Serpente è arrivato

Il futuro tutto in un libro: il primo romanzo di Lucio De Angelis “Prison Sapiens. La chiamata del titano” (Graus Edizioni), presentato con successo presso la Sala Zuccari del Senato.

Al Senato è nata una nuova stella del fantathriller. Cornice: la presentazione, presso la Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, del primo romanzo di Lucio De Angelis: “Prison Sapiens. La chiamata del titano”, Graus Edizioni. In realtà, il primo di un’avvincente trilogia che affronta la tematica del nostro futuro condizionato, o facilitato, dalle intelligenze artificiali. Ma anche il rapporto con la vita dopo la morte, la manipolazione genetica, l’interpretazione dei sogni e il mistero delle sette che decidono le sorti dell’umanità. Un bottino molto nutrito di temi, quindi, che già nel primo libro si affaccia con notevole arguzia e dovizia di particolari tecnici rivoluzionando le regole del fantathriller.

Al tavolo della presentazione siedono il senatore Leonardo Grimani, la scrittrice Maria Pia Paravia, direttrice della collana Storie Metafisiche di Graus Edizioni e il principe Guglielmo Giovanelli Marconi, nipote del premio Nobel per la Fisica Guglielmo Marconi e direttore del Dipartimento Scienze Umanistiche della Unimeir. Conduzione a cura della giornalista Lucilla Quaglia. L’attore Vincenzo Bocciarelli legge alcuni brani del testo.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]