Presentato il programma del Fiabaday 2021. “XIX Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche”

Condividi

Oggi, mercoledì 29 settembre, presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stata presentata la diciannovesima edizione della “Giornata Nazionale per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche – FIABADAY“, organizzata in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.  

NARDONE

La conferenza si è aperta con il saluto del Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri Roberto Chieppa, il quale ha ricordato l’impegno del Governo anche nell’ambito del PNRR, che prevede diverse iniziative, tra cui una legge quadro per la disabilità. Il Segretario Generale ha anche affermato: “L’indifferenza può sembrare un problema minore, ma se poi attecchisce nella cultura è un problema anche più serio. Quindi bisogna abbattere le barriere fisiche, ma allo stesso tempo quelle dell’indifferenza verso ogni tipo di disuguaglianza, che non sono meno pericolose”.

A seguire, il Presidente di FIABA Onlus Giuseppe Trieste ha presentato il programma del FIABADAY, che si terrà domenica 3 ottobre, a partire dalle ore 10.00, in Piazza Colonna a Roma. Il Presidente ha dichiarato “siamo partiti dalle barriere fisiche per le persone con disabilità e oggi possiamo dire che c’è una maggiore attenzione sul fatto che le barriere sono soprattutto culturali. Infatti gli ostacoli, in maniera diversa, sono un problema per chiunque, da un bambino che nasce a una persona anziana“. Inoltre, ha ricordato il sostegno dato alle istituzioni nel rendere più attuale la Legge 13/89, ormai obsoleta e non più adeguata ai bisogni delle persone a ridotta mobilità.

Il Ministro per le Disabilità Erika Stefani, ha chiuso la conferenza stampa dichiarando: “L’impegno di FIABA è prezioso nel sostenere le istituzioni nella promozione di quei diritti e di quelle libertà fondamentali che passano necessariamente dall’abbattimento o superamento di tutte le barriere. Non importa infatti di quale tipo esse siano: architettoniche o alla comunicazione, fisiche o virtuali, queste limitano l’autonomia della persona con disabilità e ne impediscono la piena realizzazione. Dalla loro rimozione dipende la possibilità di condurre una vita indipendente, nel quadro di una società che possa dirsi effettivamente inclusiva”. 

La diciannovesima edizione della “Giornata Nazionale per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche – FIABADAY” ha ricevuto la “Medaglia del Presidente della Repubblica”.

 

Un ringraziamento ai sostenitori del FIABADAY 2021:

Inail, Novartis, Terna, Esselunga, Acea Gruppo, UniCredit, GEOWEB SpA, RFI – Rete Ferroviaria Italiana Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, Leonardo, BANCOMAT, 24ORE Business School, CBI Scpa, Open Fiber, Arriva Italia, Movimento Cristiano Lavoratori, ANPIT – Azienda Italia, Un.I.O.N., Rigenera, MES – Meccanica per l’Elettronica e Servomeccanismi, Guidosimplex, ISNow, Indaco Architetti, Anthai Onlus, Studio Teatini, GMS Eventi.

La manifestazione ha ottenuto il patrocinio di:

Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ministero della Giustizia, Ministero della Difesa, Ministero della Transizione Ecologica, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Ministero della Salute, Ministero del Turismo, Ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Ministro della Pubblica Amministrazione, Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Dipartimento delle politiche giovanili e il servizio civile universale, Ministro per le disabilità, Comune di Roma, Rai Per il Sociale, Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, Consiglio Nazionale Ingegneri, Confassociazioni, Con il sole sul viso, AIAS – Associazione Italiana Ambiente e Sicurezza.

programma FIABADAY_compressed

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]