Presentato il progetto Gal di turismo esperienziale “Cetara Contadini Pescatori”

Condividi

i è tenuta questa mattina a Salerno, nella sede dell’Agenzia Regionale Campania Turismo, la Conferenza stampa di presentazione del progetto “Cetara Contadini Pescatori – Gal Terra Protetta alla presenza del sindaco di Cetara Fortunato Della Monica, che ha portato i saluti dell’assessore regionale all’Agricoltura Nicola Caputo assente perché impegnato a Palazzo Santa Lucia per un incontro sui temi della pace; del coordinatore Gal Terra Protetta Gennaro Fiume; del presidente nazionale Assotes – Operatori di turismo esperienziale – progetto Artès, Rosario D’Acunto e del coordinatore del progetto “Cetara Contadini Pescatori”, Antonio Dura e dei consiglieri del comune di Cetara Daniele D’Elia e Cinzia Forcellino, con deleghe rispettivamente al turismo e agli spettacoli il primo e alla cultura e pari opportunità la seconda.

E’ stato l’ingegnere Dura a illustrare il progetto “improntato al turismo esperienziale che a Cetara esiste già in maniera spontanea e non strutturata. Un progetto che punta ad una valorizzazione dell’offerta e quindi ad uno sviluppo economico del territorio”. Così l’intervento di D’Acunto che ha sottolineato come “”Cetara con questo progetto appartiene all’Italia che mette in rete il territorio con il suo Genius Loci esclusivo. È questa l’Italia che va fuori dal terreno battuto: ‘distinguersi per non estinguersi’! Le Storyliving Experience che saranno create faranno la differenza nel mercato di appartenenza. Il turismo esperienziale professionale, infatti, è fatto da ‘Storie da vivere insieme’ nelle quali il turista è chiamato a vivere in prima persona una trama, ad interpretare un ruolo da protagonista, all’interno di un intreccio narrativo dove il territorio diventa palcoscenico”. D’Acunto si è fatto portavoce anche dei saluti di Maurizio Testa responsabile di Artès entusiasta di collaborare al progetto: “Cetara è una meta rimasta ancora autentica e genuina che ci riporta alla Costiera amalfitana di una volta, una destinazione ideale per il turista ‘slow’, nazionale e internazionale, attento ai temi ecologici e alla sostenibilità, che rifugge dal turismo di massa mentre è desideroso di immergersi con le persone del posto nei terrazzamenti con i superbi limoneti, nella pesca delle alici e del tonno come una volta, degustando l’enogastronomia unica al mondo della colatura di alici che prende origini da una storia antica di cui Cetara porta ancora nei suoi spazi testimonianze di cultura e tradizioni”.Fiume ha evidenziato come questo tipo di misura del gal verrà riproposto “perché ha dimostrato di essere stata una buona intuizione e diventerà una best practice, inserita anche nella imminente programmazione di nuovi bandi”. “Sono molto orgoglioso di questo progetto, che vede le aziende cetaresi impegnate in prima fila per la crescita dell’offerta turistica: Cetara non è solo mare, colatura, tonno e alici, perché c’è una parte di montagna altrettanto bella, che produce ed è territorio pulsante e attivo nel cuore della Costiera amalfitana”, ha concluso il sindaco Della Monica.

 

la misura

GAL TERRA PROTETTA – PSR Campania 2014- 2020 Misura 16 – Sottomisura 16.3 -– Cooperazione tra piccoli operatori per organizzare processi di lavoro in comune e condividere impianti e risorse, nonché per lo sviluppo/la commercializzazione del turismo – Tipologia di intervento 16.3.1 Contributo per associazioni di imprese del turismo rurale. Soggetto beneficiario: ATS “Cetara Contadini Pescatori”

I protagonisti

Il progetto “Cetara Contadini Pescatori” vede coinvolti nel partenariato le seguenti aziende:

TOUR S.A.S. (capofila)

TAFURI SIMONA

ZUPPARDI LUIGI SANDRO

GESTHOTEL S.R.L.,

TORRENTE’S S.R.L.,

SAN PIETRO S.R.L.,

CIANCIOLA S.R.L.S.,

RISTORANTE ACQUAPAZZA S.R.L.

 

Gli obiettivi

Il progetto “Cetara Contadini Pescatori” punta a migliorare la capacità degli operatori locali, che hanno come core business il turismo rurale, di attrarre clientela attraverso azioni di marketing territoriale e promozione. Il turismo inteso come passiva fruizione di spazi nel proprio tempo libero o durante le vacanze è un’idea di turismo in gran parte tramontata, mentre si fa largo la voglia di fare vacanza in una maniera diversa, traendo dal periodo di interruzione dal lavoro un’esperienza da “portare a casa”, orientata alla ricerca dei valori radicati nella cultura e nelle tradizioni delle mete turistiche, che vale nel sentiment collettivo dei turisti molto di più di un banale souvenir acquistato. Un’esperienza del luogo che si è scelto per le vacanze che metta insieme una serie di offerte che puntano tutte a coinvolgere i cinque sensi del turista, in modo da lasciare un ricordo indelebile che diventerà esso stesso – con il passaparola – un volano per il rilancio territoriale ed il potenziamento dell’offerta.

La partecipazione al bando è l’occasione per mettere a sistema l’offerta turistica di Cetara, in uno scenario nuovo, puntando su patrimonio identitario ed innovazione, mirando a dare vita al turismo esperienziale che a Cetara – complice la bellezza del luogo, la familiarità con cui si accolgono i turisti tipica del sud Italia, la semplicità dello stile di vita della Costiera amalfitana – già si pratica ma in maniera spontanea ed estemporanea.

Le caratteristiche del mercato e la sua rapida evoluzione richiedono agli operatori turistici di Cetara di costituirsi in associazione e mettere a sistema l’offerta puntando sia ai 4 strumenti del marketing quali Immagine, Marchio, Comunicazione e Distribuzione sia ad azioni di marketing interno ed esterno

per migliorare e specializzare il prodotto/servizio offerto

per promuovere e commercializzare il prodotto/servizio offerto

La cooperazione tra gli operatori del turismo rurale di Cetara permette, inoltre,

una elevata specializzazione del servizio offerto

la realizzazione di iniziative collettive di promozione / commercializzazione

la realizzazione di economie di scala

la conquista di nuovi mercati con prodotti esperienziali ed innovativi

Le azioni

L’intervento, in perfetta linea con le spese ammissibili previste dalla misura consiste nelle seguenti azioni:

ideazione del marchio turistico e immagine coordinata dell’offerta turistica

disciplinare del marchio di qualità collettivo

messa a sistema dell’intera offerta turistica (ricettività, ristorazione, tipicità, servizi, attività outdoor, laboratori, prodotti esperienziali, ecc.)

formazione in inglese, in marketing turistico ed esperienziale

ideazione e realizzazione prodotti esperienziali Storyliving con Club di prodotto

allestimento Ufficio IAT con pagina social

realizzazione materiale di comunicazione (piantina del territorio, mappe tematiche, brochure dell’offerta)

realizzazione portale dell’offerta turistica

marketing web site e social

segnaletica turistica con frecce direzionali e cartelli descrittivi itinerari tematici

educational tour per T.O., giornalisti e food blogger

Le attività

Queste le attività previste dal progetto “Cetara Contadini Pescatori”:

Partecipazione attiva alle Fiere più significative per l’offerta turistica esperienziale.

studio e progettazione del logo “Cetara, contadini pescatori”,

Promo pubblicitari da poter utilizzare su tutti gli strumenti di comunicazione e promozione per mezzo di Spot istituzionale / ufficiale del progetto;

Nove Video sugli Itinerari di Turismo Esperienziale, (video sui singoli percorsi di turismo esperienziale previsto dal progetto);

Servizio fotografico professionale del territorio, degli itinerari e dei servizi offerti,);

Sito Web con un’area di login alla pagina riservata di tipo B2B per i tour operator e per i giornalisti di settore (italiano – inglese).

Sviluppo di 3 cataloghi bilingue degli itinerari di turismo esperienziale e degli eventi vetrina

Realizzazione ed installazione di segnaletica per evidenziare i luoghi e le attività segnalate dal partenariato, sul territorio di riferimento attraverso: sopralluoghi presso gli operatori del Partenariato, studio ed elaborazione del concept, progettazione grafica, per n. 9 targhe formato 20×30 e 2 targhe formato 40×60.

educational tour da tenersi a Cetara fuori stagione destinato a giornalisti del settore turismo rurale e food e ai componenti del partenariato del progetto previa adeguata preparazione sui temi della comunicazione (come comunicare con il proprio target, ovvero le persone destinatarie del prodotto/servizio; come gestire la comunicazione diretta social e le eventuali situazioni di “crisi” con il cliente espresse online; come individuare la notiziabilità della propria offerta al turista/cliente; attività di divulgazione dei diversi step del progetto nel corso dell’intera durata dello stesso).

formazione per la gestione dei Punti di accoglienza turistici, specificatamente riferiti al turismo rurale ed alla realtà locale

Al termine della formazione i protagonisti delle attività formative di turismo esperienziale potranno spendere sul mercato del business del turismo non solo il know how acquisito ma anche l’appartenenza ad un Club di Prodotto esclusivo, che aggrega i titolari di prodotti turistici validati secondo il disciplinare Storyliving Experience – nell’ambito del progetto Artès – progettati da Operatori di Turismo Esperienziale iscritti al registro professionale di ASSOTES.

Le attività di formazione delle aziende cetaresi coinvolte nel progetto sono già partite con i primi workshop; l’intera formazione porterà i protagonisti del progetto “Cetara Contadini Pescatori” a diventare esperti di turismo esperienziale nel 2023.

L’importo

La spesa totale ammissibile del bando è pari a € 93.426,00, mentre il contributo ammissibile è pari a € 65.398,20.

 

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]