Premio “Ambasciatore del Sorriso” dedicato a Toto’

Condividi

NARDONE

Napoli, 3 apr. – Al principe del sorriso Antonio De Curtis di Bisanzio, in arte Totò, verrà dedicata la 4a edizione 2017 del Premio “Ambasciatore del Sorriso” – anno in cui ricorre il cinquantenario della sua morte.  L’attore simbolo dell’arte del cinema e dello spettacolo, artista tutto tondo, è stato anche poeta.  “A Livella” il suo componimento più ricordato, insieme al testo della canzone “Malafemmena”. L’espressione “Sto morendo portatemi a Napoli!” denota altresì l’amore sviscerato per la città partenopea. Ed è tutto dire. Il premio anche nelle edizioni precedenti è stato dedicato a personalità che hanno dato lustro alla città di Napoli nel sociale e nella cultura.  A seguire, a Ciro Esposito  giovane tifoso del Napoli vittima della violenza negli stadi, a Pino Daniele e  a Massimo Troisi. Il Premio Internazionale  Ambasciatore del Sorriso  nasce nel 2014 per volontà del fondatore Angelo Iannelli, che ne ha curato le edizioni precedenti nel seno dell’associazione “Vesuvius”  e sempre in collaborazione con il Comune di Napoli, riuscendo a ritagliarsi una prestigiosa rilevanza, principalmente perché si pone lo scopo primario di “donare un sorriso alle fasce deboli”. Per questo e per tanti altri meriti, la kermesse  ha ricevuto il sostegno di Enti ed Associazioni importanti, che hanno concesso il proprio patrocinio morale. Ricordiamo Unicef, Telethon, Regione Campania, Istituto Europeo   delle  Politiche Culturali e Ambientali,  Fondazione Città della  Scienza, “Ciro Vive” e il  “Simposio delle Muse”,  nonché i comuni di Napoli, Salerno, Sorrento, Nola, Brusciano, Saviano, Scisciano, Camposano, San Vitaliano, Marigliano, Mariglianella,   Visciano. L’organizzazione si è sempre mostrata all’altezza dei variegati compiti, indicando giurie specializzate per i vari settori del sapere umano, dalla letteratura alla scienza, dalla poesia alle arti visive e del sociale. Presidente onorario è Marcello Colasurdo, considerato da più parti il “Re della Tammorra”. Ad oggi premiati un numero notevole di artisti di livello internazionale, nonché autorità del mondo della politica, dell’arte, della cultura, della pittura, della letteratura e del sociale, provenienti  sia dall’Italia che dall’estero, esponenti della stampa e dei mass media. Un vero marketing turistico e culturale per la città che rivive il  premio in prossimità della festa di San Gennaro, quindi a settembre. L’ambasciatore principe,  il funambolico  e vulcanico  Angelo Iannelli, ha inteso fare del sociale una forma d’arte personalizzata dalle sue innumerevoli performance, spesso e volentieri a scopo benefico. Nei precedenti appuntamenti  ha coinvolto numerosissimi personaggi delle varie categorie dell’arte. Tra gli attori premiati ricordiamo Giacomo Rizzo, Gianfranco Gallo, Francesco Paolantonio, Salvatore Misticone; i cantanti Franco Ricciardi, Monica Sarnelli, Mario Maglione, Francesca Marini, Francesca Maresca, Lino Blandizzi, Lino Vairetti degli Osanna, Anna Capasso,  Tueff, Luca Sepe, Luca Blindo, Felice Romano, Rosa Chiodo, Loredana Daniele, Giuseppe Gambi; gli artisti della risata  Enzo Fischetti  e Francesco Albanese da Made in Sud con Angelo Di Gennaro. Del campo dell’informazione ricordiamo Antonello Perillo, Ettore De Lorenzo, Beppe Maiello, Rino Cesarano, Marco Perillo, Mauro Romano, nonché rappresentanti della redazione del Tgr Campania. Per lo Sport Scuola Calcio  A. S. D Vincenzo  Riccio, Iena Soccer Accademy del Rapper Clementino, Patrizio Oliva, Gennaro Iezzo, Gianni Improta. Per la moda Accademia Maria Mauro. Per la Chiesa particolarmente impegnati nel sociale, il Cardinale Crescenzio Sepe, don Maurizio Patriciello, don Aniello Manganiello. E ancora tanti altri personaggi quali Paola Mercurio, Gigio e Ros, Gigi Soriani,  Antonio Onorato, Antonella Leardi, Nino Daniele, Gianni Simioli, Margherita Dini Ciacci, Luigi Amodio, Antonio Giordano, Paolo Chiariello,  Arturo Sepe, Luigi Troisi, Mario Esposito, Alfredo Pasolino,  Marco Ferrigno, Antonio Montanile, Domenico Sepe, Ii tangheri argentini Francesco Menechini e Antonella Devastato, Vincenzo De Luca, ora Governatore della Regione Campania e tanti  sindaci premiati per il loro impegno.  Più di cento personaggi, come si può notare, che hanno dato lustro all’evento a carattere internazionale.  

Alla kermesse, anche per il 2017 sarà annesso lo speciale della “X Edizione Percorsi D’arte”. Il  prestigioso premio è stato  da subito valorizzato  dai maestri di riconosciuta fama e bravura quali lo scultore Domenico Sepe e  il ceramista  Antonio Montanile, nonché,  ciliegina sulla torta, dal noto maestro di San Gregorio Armeno, Marco Ferrigno. Il premio di poesia anch’esso giunto alla IV edizione, ne darà ancora maggior prestigio. L’evento sarà immortalato dalla ripresa televisiva di tantissime emittenti regionali e locali e trasmesso sulle reti  Rai previo un reportage giornalistico ed elegante dolce. Presentatori sin dalla prima edizione Angelo Iannelli,  Edda Cioffi ed Emanuela Gambardella. La scadenza per la presentazione delle adesioni nelle sezioni previste, è il 31 Luglio 2017. (Mauro Romano per l’Associazione “Vesuvius”).

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]