Potenziati i controlli a Napoli, anche con modalità ad alto impatto

Condividi

Aumento della videosorveglianza e rimodulazione contingente “Strade sicure” tra le misure decise in prefettura

Servizi di controllo del territorio in aumento a Napoli, anche con modalità da “alto impatto”. Lo ha deciso oggi in prefettura il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Claudio Palomba, dopo un punto di siutazione a seguito di recenti episodi di criminalità, anche da parte di minorenni, sia in aree centrali che in quartieri periferici del capoluogo campano.

Per quanto riguarda la videosorveglianza, allo scopo di accelerare l’attuazione dei progetti in corso di realizzazione, è stata fissata per il prossimo 1° agosto una riunione anche con il direttore centrale dei Servizi tecnico logistici e della gestione patrimoniale del ministero, il sindaco di Napoli, il soprintendente locale Beni architettonici e Paesaggio e i vertici territoriali delle Forze dell’ordine, e un incontro – nella stessa giornata – con le associazioni di categoria per acquisire la loro disponibilità a erogare contributi dedicati per incrementare il numero dei dispositivi tecnologici di controllo del territorio nelle aree più a rischio della città.

Sempre in un’ottica di potenziamento delle politiche di sicurezza, è stato, inoltre, rimodulato il contingente mmilitare dell’operazione “Strade Sicure”, per la vigilanza di obiettivi individuati di volta in volta nelle zone più coinvolte dalla movida e dal fenomeno delle “stese”.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]