Politica. Latina. Giuseppe Verardi: “Lo sport è una risorsa per tutti”

Condividi

L’ex presidente dell’Agora S.Rita e componente della Figc è in corsa per le amministrative di Latina

NARDONE

 Giuseppe Verardi: “Lo sport? Una risorsa per tutti”

 

Una vita dedicata allo sport e al sociale, dentro e fuori il rettangolo di gioco. E’ l’excursus di Giuseppe Verardi, già presidente di calcio dell’Agora S.Rita e componente della Figc, con una parentesi anche nello staff dirigenziale nerazzurro, attuale promotore dell’associazione socio culturale La Torre a servizio dei bisognosi e dei più deboli, pone l’attenzione sulle problematiche e sulle potenzialità dello sport a Latina, proponendosi come consigliere della “Lega” nelle prossime amministrative di Latina, a sostegno del candidato sindaco Vincenzo Zaccheo.

“Lo sport è sempre un’occasione per crescere insieme, una risorsa per tutti. Credo che questa città meriti un cambio di registro in grado di valorizzare le potenzialità di tutte le discipline sportive, soprattutto dei tanti eventi che sono stati fortemente penalizzati in questi ultimi cinque anni”: non usa mezzi termini Giuseppe Verardi per puntare il dito contro l’attuale amministrazione colpevole di non essere riuscita a dare il giusto riconoscimento ai sacrifici di tante società e associazioni sportive dilettantistiche del territorio pontino.

“Oltre ad avere un grande potenziale per favorire nella collettività una crescita omogenea di tutti i settori coinvolti, oltre ad essere un formidabile strumento educativo di inclusione sociale e di riduzione della spesa sanitaria per i benefici, in tema di prevenzione, che apporta alla salute, lo sport è un settore dinamico e sempre in continua evoluzione, il cui impatto sia micro che macro economico è spesso sottovalutato, perché può fortemente contribuire alla crescita e all’incremento di posti di lavoro. Si è dimenticato in questi ultimi cinque anni come lo sport possa essere un vettore importante di sviluppo territoriale per il miglioramento e la riqualificazione anche delle infrastrutture oltre che un’occasione unica per il potenziamento del turismo. In virtù di ciò, credo che sia fondamentale sostenere la realizzazione di tutti quei progetti finalizzati alla promozione e alla valorizzazione della pratica sportiva attraverso anche il supporto di organi e associazioni direttamente coinvolti nella formazione educativa. Come credo che sia pure un obiettivo primario il favorire la partecipazione di tutti quei soggetti che faticano ad avvicinarsi al mondo dello sport: lo sport è un mezzo efficace, infatti, per prevenire tutte quelle forme di emarginazione, discriminazione e disagio giovanile in modo da poter facilitare nella collettività una elevata inclusione e integrazione, senza differenze, ma promuovendo una cultura del rispetto, dell’accoglienza e della solidarietà a tutti i livelli”.

Con la sua esperienza nell’associazione socio culturale La Torre in via Aspromonte, proprio di fronte il dormitorio comunale, centro di accoglienza notturno, l’impegno nel sociale è ormai da anni una sua missione quotidiana: “Credo che il primo obiettivo politico contro le diseguaglianze sia perseguire le pari opportunità nella collettività. Ritengo fondamentale, nell’attuazione dei progetti in tema di politiche sociali, fare investimenti mirati per evitare inutili frammentazioni e dispersioni delle risorse, di fronte ad un disagio sociale sempre più marcato e spesso espressione di una emarginazione che si acuisce nelle zone urbane periferiche. Una società senza disagio sociale è sempre una società migliore per tutti”.

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]