Polisportiva Acerrana 1926 – La storia, il nuovo libro di Giacomo Pietoso sul calcio ed i suoi valori

Condividi

È stato presentato nella villa comunale di Acerra il nuovo libro di Giacomo Pietoso, dedicato al calcio e ai valori di cui esso si fa portatore a livello comunitario.

C0C47ADA 56E3 4A10 B4D7 2137C947CC83Alla presenza delle istituzioni rappresentate dal vicesindaco Cuono Lombardi e dell’assetto organizzativo della polisportiva acerrana, Pietoso ha riorganizzato la storia dell’Acerrana calcio, dedicandola alla memoria del suo presidente Mario Esposito.

La casa editrice Colorando i pensieri ha così stampato il libro ‘Polisportiva Acerrana 1926 – La Storia’, in cui l’autore racconta delle origini di una gloria calcistica locale, segnata dal 40º anniversario della promozione interregionale della sopracitata squadra.

9F2BAA1F 2154 4120 B78D 12EBF8FB3614

Il racconto nato per caso da un incontro di Pietoso con l’ex calciatore dell’Acerrana Giacomo Ruotolo, ha dato vita a pagine di memoria che celebrano la passione della famiglia Esposito trasposta dall’allevamento dei cavalli a quello del calcio. Carmine e Luigi Esposito, rispettivamente fratello e figlio del presidente Mario, insieme allo scrittore hanno così permesso di mettere nero su bianco aneddoti e vicissitudini di una squadra nata nel 1926 ed evolutasi con i fasti degli anni 70 e 80.

Attraverso i ricordi della famiglia Esposito, così come degli ex giocatori Felice Di Seno e degli allenatori del passato e del presente Salvatore e Vincenzo Di Buono, il libro di Giacomo pietoso celebra la vita, i valori familiari, attraverso lo sport che procura benessere psicofisico, delineando come una tifoseria vulcanica, carattere, personalità di una squadra e dei suoi presidenti, abbiano portato alla definizione di una realtà calcistica che vanta un legame intrinseco con il Torino calcio, con cui condivide l’emblema del toro il color granata.

Le pagine di questo libro segnano anche la storia d’Italia, da quando la squadra dell’Acerrana calcio passa dal nero stellato al granata appunto, fino ad arrivare ai valori culturali della stessa, che ha riunito diversi gruppi di giovani che solevano giocare nei quartieri della città, emancipandoli anche da un tessuto sociale che avrebbe potuto aggravare il loro rapporto con la società. Lo sport ad Acerra ha segnato dunque una vera rivoluzione mediante l’excursus del club che è ritornato ad avere una svolta calcistica nel 2020, guadagnando un titolo di eccellenza con l’attuale presidente Antonio Laudando.

Giacomo Pietoso è riuscito a trasformare la presentazione di un libro in un momento non solo di cultura, ma anche di emancipazione sociale.  La semplice scrittura quasi diaristica, ha ricostruito una storia che ha celebrato attraverso il calcio uomini di coscienza e valore, tanto da riuscire a cambiare con il proprio operato e naturalmente la passione per il calcio, la realtà acerrana, pronta ora come allora ad investire su nuove leve calcistiche, tenendo fede ai veri valori sportivi e collettivi.

Pina Stendardo

Giornalista freelance presso diverse testate, insegue la cultura come meta a cui ambire, la scrittura come strumento di conoscenza e introspezione. Si occupa di volontariato. Estroversa e sognatrice, crede negli ideali che danno forma al sociale.