Percorsi alternativi contro il traffico intenso a Salerno

Condividi

Firmata in prefettura, mira a migliorare la viabilità nel capoluogo e in Costiera Amalfitana

Un accordo-quadro di sicurezza stradale per gestire le criticità dovute al traffico intenso nel territorio del capoluogo, nelle località della Costiera Amalfitana e in quelli limitrofi nei giorni festivi.

L’intesa è stata siglata ieri, nella prefettura di Salerno, dal prefetto Francesco Russo, dal presidente della provincia e dai sindaci di Salerno e Vietri Sul Mare, punta a pianificare interventi coordinati tra Forze di Polizia statali e locali a presidio dei principali snodi di traffico in ingresso e in uscita dal capoluogo e indicare percorsi di viabilità alternativa.

Sarà quindi attivato un modulo operativo flessibile e adattabile in base alle esigenze, sul modello adottato per la manifestazione “Luci d’Artista”, per i casi di traffico intenso e saturazione dei parcheggi, attraverso il monitoraggio dinamico dei “punti sensibili”. Il sistema, già attuato efficacemente in via sperimentale per due domeniche consecutive, anche con lo scambio “rapido” delle comunicazioni via whatsapp, sarà operativo nei giorni ritenuti più a rischio.

I punti sensibili

Da gestire in base all’intensità dei flussi di traffico, anche quello pedonale, che dovrà essere regolamentato nella zona del Lungomare e del Corso Vittorio Emanuele per non creare intralcio alla circolazione stradale:

  • da Nord: A3 uscita Autostradale Vietri sul Mare, A3 uscita Salerno centro cosiddetta “vecchia barriera”, A2 uscita autostradale Salerno Fratte per centro Città/Tangenziale/Territorio Valle dell’Irno, Vietri Sul Mare – traffico da Cava de’ Tirreni, da SS 163, direzione via Benedetto Croce per Viadotto Gatto per il Porto;
  • da Sud: A3 uscita Salerno Centro direzione centro città o Porto/Viadotto Gatto, A2 uscita di Fratte provenienza A2 Sud e Avellino, uscite Tangenziale di Salerno da SUD-svincolo di Fratte, arterie statali e provinciali da Sud-zona Pastena.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]