Perché il centrodestra è debole

Condividi
Anna Tortora

Dai risultati delle amministrative emerge un solo dato: il vincitore è il PD.
A Roma Calenda ha dimostrato di essere bravo e gradito ma, preciso, lui non è di sinistra e per ragioni estranee anche a lui (sicuramente) si schiera in quell’area.
Poi..
“Gualtieri festeggia, ma ha avuto meno voti di Giachetti.”
Antonio Polito

NARDONE

E il resto del centrodestra?
Perde perché non fa cose di destra. E per destra si intende una destra vera, conservatrice, liberale e liberista.
Manfredi a Napoli ha battuto un avversario come Maresca, e non è poco.
“Quale che sia il risultato definitivo delle urne: La Destra, Fratelli d’Italia, ha, ormai è evidente, l’indifferibile necessità di dotarsi a Napoli e in Campania di una classe dirigente. Servono menti, cuori, idee e attributi. Gente esperta e credibile in grado di captare il consenso alla luce di un programma politico liberale in economia e durissimo in tema di sicurezza, normalizzazione della giustizia e difesa degli interessi nazionali. Napoli deve tornare a esprimere propri parlamentari per Fratelli d’Italia.
Non basta più rappresentare il popolino, bisogna tornare a rappresentare i ceti produttivi, i professionisti, gli imprenditori, i commercianti e tutta la gente perbene che ha solo un disperato bisogno di libertà,anche economica e imprenditoriale, nella sicurezza.”
Luigi Bobbio, magistrato e già senatore della Repubblica

Mai parole più chiare e veritiere.
E poi c’è Maurizio Lupi, Noi con l’Italia, che continua sullo stesso errore, quello che fa perdere consensi al centro destra.
Abbiamo preso una bella scoppola.
A Milano, a Bologna e a Napoli. Non abbiamo saputo mettere in campo una proposta del centrodestra che abbia convinto i suoi elettori a tornare alle urne. Ed è anche preoccupante un’affluenza dei cittadini ridotta al 47 per cento. Vedremo ai ballottaggi delle tre città in cui c’è il candidato del centrodestra: Roma, Torino e Trieste.
Quanto a Milano non scarichiamo le colpe sul candidato, su Bernardo, al quale va il nostro riconoscimento per il suo impegno. In Calabria si dimostra invece che quando sappiamo esprimere un candidato e un programma che sintetizza unitariamente la proposta del centrodestra, si vince.
Il centrodestra, se vuole essere una forza di governo, ha sempre più bisogno di una componente centrista e moderata.’
E no caro Lupi, vi ha fatto perdere proprio questo centrismo.

loading...

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.