Per Giuseppe Conte nulla è perduto…O forse

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

Conte è decaduto e, come ho scritto nell’articolo precedente a questo, non starà a guardare.
Lo statuto è chiaro? Beh. Intanto…
“A seguito dell’Ordinanza del Tribunale di Napoli VII Sezione Civile che ha sospeso, ai sensi dell’art. 23 c.c., le delibere impugnate del MoVimento 5 Stelle del 3 agosto 2021 di modifica dello statuto e del 5 agosto 2021 di nomina del Presidente, ha acquisito reviviscenza lo Statuto approvato il 10 febbraio 2021.
Le sentenze si rispettano.
La situazione, non possiamo negarlo, è molto complicata.
In questo momento non si possono prendere decisioni avventate. Promuoverò un momento di confronto anche con Giuseppe Conte.
Nel frattempo, invito tutti a rimanere in silenzio e a non assumere iniziative azzardate prima che ci sia condivisione sulla strada da seguire.”
Beppe Grillo

“L’Italia non ha memoria. Senza memoria non esiste la responsabilità. I 5S hanno preso in giro milioni di italiani che in buona fede volevano un cambiamento. Hanno portato in una politica già eticamente debole disvalori che l’hanno ulteriormente inquinata: l’elogio dell’incompetenza, la pretesa di superiorità morale, il giustizialismo senza freni, la mancanza di rispetto per chi studia, lavora e produce. Non ho mai creduto in una loro evoluzione. Perché un’evoluzione nasce dalla capacità di elaborare i propri errori, di discuterli e di soffrire per averli commessi e di dotarsi di valori veri e forti. Quello che hanno fatto si chiama duttilità. Adeguarsi a qualsiasi cosa pur di rimanere al potere. Per tutte queste ragioni meritano di sparire politicamente. Non riesco a dirlo in modo più diplomatico.”
Carlo Calenda, Azione

“Il professor Conte ha scritto lo Statuto dei Cinque Stelle con la stessa chiarezza con cui scriveva i DPCM: il risultato è l’esplosione del Movimento.
E questa volta non c’è stato nemmeno bisogno di combatterli: hanno fatto tutto da soli.”
Matteo Renzi, Italia Viva

“Ok due mandati, ma con qualche deroga”.
Giuseppe Conte

“Vi rendete conto di chi ha votato il 32% degli italiani nel 2018?
Tante  storture attuali sono figlie di quel voto. Che ha dato a questi personaggi il peso che hanno in Parlamento.”
Alex Bazzaro, Lega

“Alle carte bollate rispondiamo con un bagno di democrazia, con la massima trasparenza. Combattiamo le nostre battaglie e superiamo le sfide una alla volta: saremo più forti.”
Giuseppe Conte

“Un servizio su Conte ai limiti del linciaggio… Come cambiano i tempi…”
Alberto Bagnai, Lega

“Mi sapete spiegare perché la magistratura deve impicciarsi di cose che non la riguardano? Possibile che debba essere un giudice a stabilire chi debba essere il capo dei 5 Stelle.”
Piero Sansonetti, direttore de Il Riformista

Questa cosa della magistratura che si impiccia nei partiti non è nuova.
L’uguaglianza davanti alla legge molte volte sembra essere formale. Ora è capitato a Conte che, non a caso,   stato linciato da qualche componente del partito più giustizialista della storia, quello di cui è stato capo.

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.