Patto tra prefettura di Avellino e tabaccai contro la microcriminalità

Condividi

Più videosorveglianza e sistemi di sicurezza passiva negli esercizi

Rinnovato per ulteriori due anni l’accordo tra prefettura di Avellino e Federazione italiana tabaccai per la prevenzione della criminalità diffusa ai danni delle rivendite di generi di monopolio. Il protocollo è stato sottoscritto ieri dal prefetto Paola Spena e il presidente provinciale della Federazione italiana tabaccai Pietro Vietri alla presenza dei responsabili provinciali delle Forze dell’ordine.

NARDONE

Con la nuova intesa verranno implementati i sistemi di videosorveglianza all’esterno delle rivendite, collegati direttamente alle centrali operative delle Forze dell’ordine. Si punterà ad una maggiore dotazione di sistemi di sicurezza passiva all’interno degli esercizi (casseforti, blindature e sistemi di allarme antintrusione) e all’utilizzo di strumenti di pagamento elettronico con l’intento di ridurre i contanti in cassa.

Si tratta di una risposta concreta alla crescente domanda di sicurezza e di legalità di un settore particolarmente esposto in relazione all’attività svolta ed ai beni e servizi di incasso offerti alla collettività.

Ai fini del monitoraggio dell’attuazione dell’accordo sono stati programmati incontri semestrali di verifica, anche per apportare eventuali modifiche ai contenuti del protocollo laddove vengano ritenute necessarie. L’obiettivo è di rendere più incisive le azioni di contrasto e prevenzione dei reati di microcriminalità ai danni delle tabaccherie.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]