Partito Liberale Europeo: Il ricordo di un Dirigente del partito per festeggiare il compleanno della cara “Donna Amelia” Cortese Ardias ( 103 anni che non pesano )

Condividi

di Vincenzo Esposito

NARDONE

Amelia Cortese Ardias, una vita di politica, di cultura e di amore. Sempre fedele ai suoi ideali.
Per tanti anni si è stata impegnata come Liberale  prima, come consigliere comunale, provinciale ed infine ha percorso tutta la vita politica alla Regione Campania  come vice presidente del consiglio, vice presidente della giunta regionale ed assessore, in special modo alla formazione professionale. Sua la prima legge in Italia che impose agli ospedali di permettere alle madri di assistere i figli ammalati. “Donna Amelia” è stata firmataria di provvedimenti che hanno fatto la differenza nella qualità e nella dignità della vita di molte persone, soprattutto delle donne. Temi forti come il divorzio e l’aborto l’hanno vista profondere le sue energie e a lei si deve l’istituzione della Consulta femminile regionale.

Acquistò, con fondi regionali, all’ asta la Gaiola, sottraendola alla camorra.

Amante della musica lirica è stata Presidente della Associazione amici del San Carlo e, per onorare la memoria del marito Guido e del figlio Roberto, della fondazione Cortese a favore del Mezzogiorno.

In una intervista dello scorso anno dichiarò: – «Mi sono sempre dedicata molto ai deboli, ai malati e ritengo che una donna impegnata in ruoli istituzionali debba approfittare degli strumenti che ha a disposizione per intervenire soprattutto sul sociale – penso agli emarginati, alle vittime delle diseguaglianze. Ecco, a mio parere, una donna in politica deve avere un alto grado di sensibilità sociale. Ciò che noto però, è che non si registra un aumento del numero delle donne in politica e questo è senza dubbio un lato negativo.»

La dirigenza Regionale, Provinciale e Cittadina, unitamente a tutti gli amici Liberali rivolgono un caloroso augurio a Donna Amelia

Cuomo/Scala/Mastrolonardo PLE

loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]