Partita Napoli-Nizza, vietato ai francesi. Fuori Balotelli e Sneijder

Condividi

Napoli, 12 ago. – Caccia al biglietto per i tifosi napoletani e stop, per ora, a quelli francesi. La Prefettura di Napoli ha disposto, per motivi di sicurezza, il divieto di vendita ai residenti in Francia dei tagliandi per l’incontro di calcio “Napoli-Nizza”, preliminare di Champions League in programma mercoledì 16 agosto alle ore 20,45, presso lo stadio San Paolo.

NARDONE

Prezzi dei biglietti contenuti quelli proposti dal club azzurro che ha deciso di vendere le curve a 20 euro e i distinti a 30, mentre la tribuna laterale costerà 40 euro e la tribuna Posillipo 50. Prezzi popolari per premiare i tifosi che il giorno dopo Ferragosto sceglieranno di stare accanto a Insigne e compagni e saranno tanti: non mancherà chi lascerà per un giorno le località di villeggiatura per tornare in città a godersi la partita. Stop, invece, ai tifosi del Nizza. Il Napoli ha infatti annunciato che “in attesa di ricevere disposizioni dalle Autorità di Pubblica Sicurezza è vietata la vendita a cittadini di nazionalità francese”.

Mario Balotelli e Wesley Sneijder salteranno con ogni probabilità almeno l’andata dei playoff di Champions League contro il Napoli. Balotelli si è infortunato alla coscia nella gara di andata del preliminare con l’Ajax e si sta allenando a parte. “Salterà il Troyes in questo fine settimana e probabilmente anche il Napoli. – ha detto il tecnico Favre – Ha bisogno di una mini-preparazione per rientrare”. Sneijder è invece fermo da tempo e non ha svolto alcuna preparazione se non quella con il suo personal trainer. Si è tenuto in forma, ma avrà bisogno di almeno 2-3 settimane per poter giocare una partita intera” il commento di Favre.

Intanto Maurizio Sarri, cercherà ancora risposte sullo stato di forma degli azzurri, per scegliere al meglio in vista del Nizza. Si annuncia ancora una staffetta Milik-Mertens in attacco.

loading...

Antonio De Falco

Antonio De Falco

Laureato in Ingegneria Gestionale. Scrivo perché il mondo non è ancora compiuto e le storie non sono state raccontate tutte: l'abilità di scrivere è nell'immaginare che i fatti continuano ad accadere e che esistono ancora infinite storie.