Parlamento europeo, al via la nuova legislatura Patriciello: “Ora cambiamo l’Europa”

Condividi

STRASBURGO, 3 LUGLIO 2019Inizio questa legislatura con la stessa passione e lo stesso entusiasmo della prima volta, consapevole della responsabilità che questo ruolo implica ma anche con la ferma convinzione che l’Europa ha bisogno di cambiare per essere all’altezza delle sfide che l’attendono”. Lo ha detto Aldo Patriciello, europarlamentare di Forza Italia e membro del Partito Popolare Europeo, nel corso della sessione plenaria di insediamento del nuovo Europarlamento a Strasburgo. “Il nuovo Parlamento europeo – ha spiegato l’eurodeputato azzurro – dovrà mettersi al lavoro fin da subito per trovare soluzioni adeguate ai problemi che interessano il funzionamento dell’Unione.  La legislatura che inizia oggi sia l’atto di nascita di un nuovo modo di intendere la politica europea in tutti i suoi aspetti, cercando di accorciare la distanza tra istituzioni e cittadini e riaccendendo così la speranza e la voglia di continuare il nostro comune percorso politico. Il Parlamento – ha proseguito Patriciello – è l’unica istituzione europea eletta direttamente dai cittadini: tocca a noi, quindi, guidare questo processo. Con meno proclami e più azioni concrete: puntando sui temi della crescita, dello sviluppo economico, del contrasto alla disoccupazione, della sostenibilità energetica, della gestione dei flussi migratori. Ma soprattutto tornando ad investire nella speranza e non nella paura. Ciò vale ancora di più per le nostre regioni del sud; per quel Mezzogiorno d’Italia troppo a lungo confinato nel dimenticatoio della politica nazionale e nel cui sviluppo solo l’Europa sembra oramai disposta ad investire. Colgo l’occasione, infine, per rivolgere i miei più sinceri auguri di buon lavoro al collega David Sassoli, eletto alla Presidenza del Parlamento. Al di là delle singole divergenze partitiche, siamo orgogliosi di avere un italiano al vertice dell’Eurocamera. Sono certo – ha concluso Patriciello –  che saprà rappresentare nel migliore dei modi l’intero emiciclo ed essere, così, il Presidente di tutti.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]