Paola Saulino: “Nulla di volgare nell’accettare denaro in cambio di sesso”

Condividi

“Sarei disposta a trascorrere il periodo del lockdown con chi mi offrisse una cifra adeguata, l’equivalente di una casa al centro di Roma. Non ci trovo nulla di volgare nell’accettare denaro in cambio di sesso. Prendo in considerazione solo offerte dal milione di euro in su. E più dura il lockdown, più la cifra sale”. A parlare così durante un intervento nel programma “La Radiazza” in onda su Radio Marte è Paola Saulino.

NARDONE

A fine 2016 l’attrice e modella napoletana balzò agli onori della cronaca per aver ideato e promosso un’iniziativa attraverso la quale si riproponeva di premiare con una “sessione” di sesso orale quanti avevano sostenuto le ragioni del ‘no’ al Referendum costituzionale. Da allora il suo profilo Instagram, pieno zeppo di scatti ad alto tasso erotico, è gettonatissimo.

Adesso la Saulino torna alla ribalta con una “proposta indecente” rivolta ai suoi conterranei. La sua, assicura, non è una provocazione e non ci vede nulla di male. “Molti giudicano male un rapporto basato sul baratto sesso in cambio di soldi o di un bene, io al contrario ci vedo molta poesia”, dice.

La sexy influencer rivolge un pensiero anche a chi sarà costretto a trascorrere la quarantena con persone indesiderate: “Nel caso in cui si sia costretti a condividere casa col partner con cui non si va più d’accordo, o con genitori troppo opprimenti, o con fratelli invadenti, il mio consiglio è di cercare di raggiungere il benessere psicofisico alimentando la mente e lo spirito, magari seguendo un bel corso motivazionale su Youtube. Oppure impiegare questo tempo, apparentemente vuoto, per leggere e imparare. Anche in questo caso la Rete offre molteplici opportunità, selezionando bene le fonti. In generale, cerchiamo di trasformare questo dramma in una possibilità di crescita”.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]