Palma Campania, giù la tassa sui rifiuti: meno costosa del 35% rispetto all’anno precedente

Condividi

In tempi di aumenti di costi e bollette, a Palma Campania arriva una bella sorpresa per cittadini e famiglie: la tassa sulla spazzatura, infatti, è stata abbassata mediamente del 35%, con punte anche del 50% per alcune abitazioni. Ad annunciarlo è stato il sindaco Nello Donnarumma, che con un post sui social ha spiegato: «Mi state chiamando in tanti per chiedermi se la bolletta Tari 2022 è uno scherzo o è sbagliato qualcosa. Nulla di tutto ciò. È tutto vero. La tassa dei rifiuti è stata abbattuta del 35 % circa».

Un dato in controtendenza, dunque, rispetto all’attuale situazione di cittadini e contribuenti, costretti a fare i conti con aumenti generalizzati legati proprio alle bollette e alle utenze.

A determinare l’abbattimento della Tari è stato soprattutto il lavoro dell’amministrazione comunale e della società di riscossione dei tributi sulla ricostruzione dei ruoli per fare in modo che il pagamento della tassa fosse equo per tutti i cittadini. Accanto a ciò, anche il decollo della raccolta differenziata, che ha consentito a Palma Campania di raggiungere percentuali record (circa l’80%) che hanno sicuramente influito sul costo finale della Tari.

Soddisfatto il sindaco Nello Donnarumma: «Parliamo di un risultato che è frutto del grande impegno del nostro delegato all’ambiente Nello Nunziata e di tutta l’Amministrazione che grazie ad una politica fiscale mirata al “pagare tutti, pagare meno” porterà ad ulteriori abbattimenti nei prossimi anni».

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]