Palazzo Fienga a Napoli, passo decisivo verso la restituzione alla cittadinanza

Condividi
Un concreto impegno delle istituzioni da ricordare proprio in occasione della Giornata della memoria in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

La struttura nel cuore del centro storico di Torre Annunziata dove operava il boss Valentino Gionta ospiterà uffici e alloggi delle Forze dell’ordine. Il piano di fattibilità tecnico-economica è stato, infatti, firmato nei giorni scorsi tra l’Agenzia per la Coesione territoriale, l’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata e l’Agenzia del demanio.

Grazie all’intesa, sarà creato un polo operativo per la sicurezza e per il presidio del territorio attraverso la realizzazione di opere di ristrutturazione e adeguamento. Il lavoro congiunto delle amministrazioni e degli enti locali hanno reso possibile la trasformazione e  l’effettivo riutilizzo sociale e civile dei patrimoni mafiosi, trasformati in avamposti permanenti dello Stato sul territorio, al servizio dei cittadini.

L’importanza di questo impegno da parte delle istituzioni a favore della legalità viene sottolineata proprio oggi, 21 marzo, in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, istituita la legge n. 20 dell’8 marzo 2017, con l’obiettivo di conservare, rinnovare e costruire una memoria storica condivisa in difesa delle istituzioni democratiche, anche attraverso l’organizzazione di manifestazioni pubbliche, cerimonie, incontri, e momenti comuni di riflessione e ricordo dei fatti.

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]