Ospedale San Paolo: momenti di musica e solidarietà con Gennaro De Crescenzo

Condividi

I lunghi mesi di Lock down hanno tenuto stretti medici e infermieri, in una lotta comune contro un nemico nuovo e infimo. Così come loro in prima linea, le battaglie di tanti settori ferme e sospese causa Covid non hanno impedito che si muovesse la forza della solidarietà, l’abbraccio dell’affetto. Chi può faccia è stato un leit motiv che ha accompagnato le fasi di volta in volta, chi poteva ha fatto tanto.

NARDONE

La musica ferma in modo pratico ha continuato a viaggiare, grazie alla rete e a chi ha capito che fare rete, stare insieme, poteva significare resistere in ogni settore. Oggi che il virus rallenta la sua morsa, muoversi con le dovute cautele permette di tentare quella fatidica ripresa non solo economica, ma anche morale, di cui tutti hanno bisogno, una ripresa dell’anima. In questo, il gesto solidale che è divenuto un evento importante, è stato quello tenutosi lo scorso venerdì 12 giugno. Nella mattinata davanti al pronto soccorso dell’Ospedale San Paolo di Napoli, anch’esso sempre in prima linea, si è tenuto un concerto di beneficenza per ringraziare medici infermieri e tutto il personale coinvolto in questi mesi bui. Organizzato dall’associazione – Preludio- della dottoressa Lina Marino ha visto la presenza di un coro il Golden Gospel Voice diretto dal maestro Amabile.

L’evento è stato reso possibile grazie alla sinergia di tanti dal direttore sanitario il dottor Maurizio D’Amora al lavoro del direttore artistico il dottor Vincenzo Assanti presidente dell’associazione “Happy Holiday” onlus e funzionario dell’ ospedale San Paolo alla Fondazione Adastra con il dottor Farina Alberto. E naturalmente con il supporto essenziale della voce di un grande artista  come Gennaro De Crescenzo che con il brano “Amico che voli” ha commosso il pubblico presente stringendo con la sua voce in un abbraccio di amore e forza tutti i presenti che hanno assistito ad un momento che resterà nella memoria di tutti.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]