Ospedale di Sorrento, F. Beneduce (FI): scippo di attivita’, volonta’ politica di rafforzare altri presidi senza riscontro delle prestazioni erogate

Condividi

Napoli, 27 luglio 2017 – “ Un sistema sanitario incontrollato lascia lo spazio a soluzioni organizzative di pura volontà e fantasia  politica, che non tengono conto dei numeri in termini di risorse umane, finanziarie e strumentali ma, seguono solo la logica dello svuotamento delle attività a favore di altri presidi e altri territori  senza alcun riscontro delle prestazioni erogate” – così Flora Beneduce, Direttore dell’ UOC Medicina e Pronto Soccorso degli Ospedali riuniti di Vico Equense e Sorrento,  consigliere regionale di Forza Italia e componente della commissione sanità. “A farne le spese è l’Ospedale di Sorrento che, nonostante vede aumentare notevolmente l’utenza  nei periodi estivi, presenta criticità in Pronto Soccorso, nella Rianimazione e nell’Ortopedia per mancanza di personale dedicato”.   “Sono anni che nonostante ciclicamente spunta fuori l’ipotesi di accorpare le Unità operative degli Ospedali  di Vico Equense e Sorrento, in qualità di Primario ho sempre mantenuta alta l’attenzione per scongiurare uno svuotamento di risorse preludio dell’accorpamento dei due presidi,  tra l’altro non contemplato negli atti aziendali”. “L’appello rivolto alla Direzione Generale   è di lavorare ad un rafforzamento del personale dei reparti di urgenza Pronto Soccorso, Rianimazione e Ortopedia e  soprattutto avviare i lavori strutturali per l’ospedale di Sorrento”. “Sono sicura che il Commissario De Luca, a lavori conclusi,  sarà ben lieto di tagliare un nastro di inaugurazione  lasciando in buone mani la salute dei cittadini della penisola e dei tantissimi turisti che la visitano”.

NARDONE
loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]