Ordigno a Ponticelli, Nappi (Lega): guardia alta contro la camorra ma con fatti e non solite comparsate

Condividi

“Strage sfiorata a Ponticelli, dove una donna e suo figlio di 14 anni sono rimasti feriti (per fortuna in modo non grave) a causa di un ordigno esploso nei pressi della casa di un camorrista. Occorre tenere alta la guardia contro la criminalità organizzata, e non spegnere mai i fari su quartieri in guerra, e in cui si continua a registrare la sfacciata arroganza della malavita. Per garantire la sicurezza e far sentire la presenza dello Stato in zone di Napoli che le amministrazioni degli ultimi trent’anni hanno letteralmente dimenticato, bisogna agire con i fatti e non con le comparsate ad effetto né con i riflettori accesi soltanto quando si verifica l’ennesimo episodio criminale”. Lo ha dichiarato Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore cittadino della Lega a Napoli. 

NARDONE
loading...

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]