Occhionero : in stato di fermo il conduttore della loro intervista Antonello Nicosia

Condividi

Alle ore 4.00 a.m. del 4 novembre 2019 viene tratto in fermo il sig. Antonello Nicosia , iscritto a Radicali Italiani e assunto per quattro mesi dalla parlamentare Giuseppina Occhionero a suo tempo in quota Leu  . Rispetto alla figura professionale del signor Nicosia , ci riferisce la parlamentare ingannata da un curriculum falsato,  il fermo giudiziario getta ombre sull’ uso delle visite ispettive realizzate e su presunti legami con mafiosi del suo territorio .Antonello Nicosia ha girato alcune puntate di approfondimento su temi giudiziari invitando personaggi scomodi e anche vittime di carcerazione preventiva tra cui i fratelli Occhionero . Nelle trasmissioni andate in onda durante le quali intervista i due fratelli coinvolti in un una vicenda che puo’ avvicinarsi ad un romanzo di John Le Carre’, come commenta Francesca Maria Occhionero , il chimico e l’ ingegnere nucleare sono stati accusati di aver posto in essere attacchi informatici ad infrastrutture critiche della Repubblica Italiana e quindi sospettati di essere spie della CIA. (https://www.youtube.com/watch?v=YWwHFV7RI9o ) Da come si evince dalle conversazioni tenute nella trasmissione Mezz’ora d’ Aria condotte da Antonello Nicosia i fratelli Occhionero sarebbero stati vittime di misura carceraria preventiva ed il loro arresto sarebbe la parte finale di un disegno predefinito per infastidire Donald Trump  probabilmente orchestarto dalla DIS , come testimonia la dott.ssa Occhionero nel corso dell’ intervista . La stampa in merito alla vicenda degli account di noti politici come Matteo Renzi ha parlato di effrazione di che in realta’ non e’ mai avvenuta e l’ equivoco si spiega nella mancanza della pg 14 all’ interno del file . Se secondo gli inquirenti la vicenda degli Occhionero pare non essere un fatto isolato ma facente parte di una rete,  per la difesa esistono molti lati oscuri sugli avvicendamenti che hanno portato al loro arresto .

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]