Nostra Italia incontra Catello Maresca: La Napoli che vorrei

Condividi

Il seminario del 22 giugno dell’associazione Nostra Italia per il ciclo “La lingua della Politica” dal titolo La Napoli che vorrei ha avuto come ospite – relatore il dott. Catello Maresca candidato Sindaco al Comune di Napoli.

NARDONE

Il dott. Maresca, incalzato dalle domande e dalle sollecitazioni dei partecipanti, ha avuto modo di esporre l’identità e la peculiarità del suo progetto “civico” per la Città, riaffermando la sua volontà di mantenere in mano pubblica i beni primari collettivi (l’acqua, in primo luogo) e di rilevare la assoluta necessità ed urgenza di promuovere sviluppo e lavoro nell’intera area della città metropolitana. Tre le zone individuate come focolai di sviluppo: la zona est (area S. Giovanni – Barra – Ponticelli), quella ovest (Bagnoli – Fuorigrotta) ed il Porto. Driver dovrebbero essere i due miliardi in arrivo per la realizzazione e/o il completamento di opere pubbliche ed infrastrutture: benzina necessaria da mettere nel motore che significherebbe migliaia di posti di lavoro. Maresca ha affermato di essere supportato da un qualificato gruppo di lavoro di progettazione e fundraising in grado di intercettare e gestire risorse in diretta connessione con gruppi imprenditoriali di rilievo che avrebbero espresso l’intenzione di investire su Napoli per ricollocarla sul proscenio internazionale nel ruolo che ha avuto e che merita.

Il Presidente di Nostra Italia, Francesco Scala, ha invitato il dott. Maresca a prendere in considerazione l’importanza e la portata dell’immenso patrimonio immateriale insistente in Napoli e nella sua area metropolitana e la necessità di dotarsi di infrastrutture immateriali a supporto dello sviluppo del settore; proprio l’ambito della Conoscenza e dell’Alta Formazione, se opportunamente ed innovativamente declinato e messo a sistema, potrebbe costituire un efficace ed innovativo locomotore trainante altri settori (non ultimo quello della ristrutturazione e riconversione del patrimonio materiale edilizio) e tutto l’indotto dei servizi.

E’ emersa altresì la necessità di elaborare e dotarsi di una nuova “visione” complessiva ed un conseguente innovativo profilo di gestione amministrativa e finanziaria del Comune tale da consentirgli di nuovo di erogare servizi fondamentali ed essere il riferimento di prima istanza di tutti i cittadini.

Infine, Nostra Italia si è dichiarata disponibile a mettere a disposizione le sue competenze e professionalità e collaborare, se richiesto, alla stesura ed alla realizzazione di un innovativo “Progetto per Napoli”.

Vincenzo Rochira

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]