“Non bastava Terra dei fuochi, vogliono scipparci anche la pizza”: domani il dibattito al Vomero

Condividi

Napoli, 14 set. – Non bastava “Terra dei Fuochi”, nostro patrimonio svenduto alle multinazionali. Ennesima giusta causa per tutelare gli interessi collettivi. Se ci facciamo “rapinare” anche la pizza napoletana questo territorio è davvero senza speranze. Anziché promuovere concretamente le economie locali, si agevolano le multinazionali che notoriamente depredano i territori comprandosi la “miseria” locale per trasferire all’estero i profitti. Sulla pizza, non passeranno. Con questo passo deve iniziare una nuova e giusta battaglia. Quanti hanno a cuore questo comparto sentano il dovere di attivarsi quanto prima». E’ quanto afferma Angelo Ferrillo, presidente associazione La Terra dei Fuochi.

NARDONE

Oggi 14 settembre ore 10 dibattito pubblico con addetti ai lavori e conferenza stampa nei locali di Luciano Sorbillo in Vico Acitillo 33a/35 al Vomero, Napoli. Organizzatori Angelo Ferrillo presidente associazione La Terra dei Fuochi, l’Avvocato Angelo Pisani di “Noi consumatori” e Luciano Sorbillo, maestro pizzaiuolo napoletano.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]