Nola, “Quando il silenzio fa rumore”: tavola rotonda sul fenomeno del femminicidio

Condividi

Il convegno a Nola con autorevoli relatori. Iovino (M5S): “Il nuovo disegno di legge del Governo rappresenta una risposta concreta”

NARDONE

NOLA, 09/11/2018 – “Quando il silenzio fa rumore”: è il titolo dell’iniziativa promossa sul fenomeno del femminicidio che si è tenuta in data odierna nel salone delle armi della Reggia Orsini presso il Tribunale di Nola alla presenza di autorevoli relatori. Dopo i saluti istituzionali da parte del Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola Pasquale Piccolo, il Presidente della Scuola Bruniana Antonello Boccia, il Presidente della Camera penale di Nola Vittorio Corcione e il Presidente dell’Unione giovani penalisti Alfonso Di Palma numerosi e importanti sono stati i contributi da parte dei relatori. Tra questi il Sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Napoli Francescapaola Colonna Romano, Ingrid De Simone avvocato del foro di Nola, Lucia Sirignano assistente Sociale dell’Ambito 22 e Luigi Iovino, componente alla Camera della Commissione Difesa. 

Proprio il giovane Deputato di San Paolo Belsito ha posto l’accento sulle iniziative che il Governo intende intraprendere per il contrasto al fenomeno: “Credo sia urgente ampliare il dibattito arricchendolo di nuovi punti di vista, perché la violenza contro le donne non sia un tema “per donne”, o meglio “per alcune donne”, ma sia visto per quello che è, un problema irrisolto, spinoso, diffuso, in una società che sta affrontando un passaggio epocale: da società patriarcale ad una che presenti uguali opportunità per entrambi i sessi. Il nuovo disegno di legge del Governo rappresenta una risposta concreta introducendo una procedura di “Codice rosso” sulla violenza contro le donne”.
Tra gli intervenuti inoltre il Senatore Francesco Urraro, il Deputato Gianfranco Di Sarno, il Consigliere del Consiglio nazionale forense Maria Masi e il Presidente CPO del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola. 
Nel corso del convegno è stato anche proiettato un cortometraggio dal titolo “Uccisa in attesa di giudizio” realizzato dalla Fondazione Doppia Difesa ONLUS.

loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]