Nola, in tribunale con boccia incendiaria. Arrestato

Condividi

Napoli, 29 set. – Un 73enne ha provato a entrare nel tribunale di Nola portando con sé una boccia incendiaria. L’azione, inscenata dall’uomo per protestare contro la vendita all’asta della sua casa, è stata bloccata dai carabinieri che lo hanno arrestato. Calogero Pecoraro, di Somma Vesuviana, era noto alle forze dell’ordine per essere stato in passato affiliato al clan Alfieri. E’ stato fermato mentre tentava di superare i varchi di controllo al palazzo di giustizia portando con sé un contenitore per detersivo da 3 litri risultato contenere del liquido infiammabile sul quale sono ancora in corso analisi. Sul posto sono intervenuti gli artificieri antisabotaggio del comando provinciale di Napoli che hanno proceduto alla distruzione dell’oggetto dopo un campionamento del contenuto disposto dall’autorità giudiziaria. L’ arresto è stato convalidato e nei suoi confronti il gip ha disposto la custodia cautelare ai domiciliari.

NARDONE
loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]