Nel salernitano, apprezzamenti pesanti ad una ragazza incinta: scoppia rissa con rumeni, 11 arresti

Condividi

Salerno, 4 giu. – Undici persone agli arresti domiciliari con l’accusa di rissa aggravata, resistenza ed oltraggio: è il bilancio di una rissa avvenuta nel pronto soccorso dell’ospedale di Polla (Salerno). Il litigio ha avuto origine in un bar di Polla in seguito ad apprezzamenti pesanti nei confronti di una donna incinta da parte di tre uomini di origine romena i quali sono venuti alle mani con alcuni parenti della donna. Al termine della rissa alcune persone sono rimaste ferite e portate nel vicino pronto soccorso. Mentre i feriti venivano medicati, sono giunte nel nosocomio una decina di persone che si sono scagliate con calaci e pugni contro i romeni. Ne è scaturita un’altra violenta rissa. Sono intervenuti carabinieri della Compagnia di Sala Consilina e le guardie giurate presenti nel pronto soccorso che hanno faticato non poco per calmare gli animi. Delle undici persone agli arresti domiciliari, due sono di origine romena mentre gli altri sono tutti residenti a Polla.

NARDONE
loading...

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]