NATO contro Putin o viceversa?

Condividi
anna tortora
Anna Tortora

Putin ha invaso l’Ucraina e non intende accettare altro. Non è chiaro ancora il motivo per cui la NATO avrebbe deciso di “mettere le mani” sull’Ucraina.
“Dal giorno in cui Donald Trump è diventato presidente, i Democratici a Washington ci hanno detto che è nostro dovere patriottico odiare Vladimir Putin. Non è un suggerimento. È un obbligo. Qualsiasi cosa meno dell’odio per Putin, è tradimento.
Molti americani hanno obbedito a questa direttiva. Ora odiano diligentemente Vladimir Putin. Forse siete uno di loro. Odiare Putin è diventato lo scopo centrale della politica estera americana. È la cosa principale di cui parliamo. Interi canali via cavo sono ora dedicati ad esso. Molto presto, quell’odio per Vladimir Putin potrebbe portare gli Stati Uniti in un conflitto nell’Europa orientale. Il punto qui è difendere la democrazia, non che l’Ucraina sia una democrazia. Perché non è una democrazia. Il presidente dell’Ucraina ha arrestato il suo principale oppositore politico. Ha chiuso giornali e televisioni che hanno osato criticarlo. Quindi, in termini americani, chiamereste l’Ucraina una tirannia. Ma a Joe Biden piace l’Ucraina. Quindi Putin cattivo, guerra buona”.
Tucker Carlson

“Putin non avrebbe agito così con me Presidente”
Donald Trump

Ed è vero, piaccia o no.
Con Trump non sono accadute guerre per un motivo molto semplice: ha saputo fare accordi internazionali. Li ha fatti con la Corea del Nord, con Putin, con Emirati Arabi ed Israele (Accordi di Abramo, dichiarazione congiunta e diplomatica di pace).
L’,UE è pronta ad affrontare Putin ma…
“Grazie alla Nato, a Biden, alla Ue, la Russia, per uscire dall’angolo, si è ormai definitivamente legata alla Cina di Xi Jinping.
L’intervento in Ucraina non sarebbe stato possibile senza il via libera di Pechino, che, da parte sua, si appresta ad inglobare Taiwan.
Il geniale e diabolico programma del kgb-man Jurij Andropov (regime poliziesco + ipercapitalismo= dominio del mondo) si sta realizzando con la superpotenza cinese, che, prima, ci ha messo in ginocchio col virusm ed ora si appresta a spedirci al tappeto..
L’Occidente che strilla per Kiev è, tuttavia, in ginocchio, come tanti italioti, davanti alla Cina comunista, la vera cabina di regia del neoimperialismo.
Iinping s’è già pappata l’Africa e parte dell’America del Sud. Vedi l’Argentina che già ribattezzano ArgenCina.
Inoltre, i Cinesi possiedono gran parte del debito pubblico degli Stati Uniti.
Gli Italiani, se non vogliono tornare a mangiare carne cruda e gelare in un surreale nuovo medio-evo, dovrebbero chiedere a Draghi di non seguire pedissequamente Biden.
Alleati sì, non servi sciocchi ed autolesionisti.”
Giancarlo Lehner, giornalista e già parlamentare della Repubblica

“L’obiettivo di Putin è prendersi Kiev perché sostiene, e non ha tutti i torti, che la NATO ha messo i piedi e le mani sull’Ucraina creando un problema di sicurezza alla Russia”
Andrea Purgatori, giornalista e scrittore

“Avete armato l’Ucraina fino ai denti con armamenti pesanti inviati da tutti i paesi Nato, tra cui anche l’Italia, per dimostrare a Putin l’arroganza dell’UE imposta da Washington. Sotto al naso di Putin avete trasformato l’Ucraina in una piattaforma logistica militare in grado di colpire Mosca e ogni paese Russo in pochi minuti. Credevate veramente che i russi sarebbero rimasti a guardare come gli piazzavate una massiva minaccia a pochi chilometri dai loro confini? Siccome è chiaro che eravate pienamente consapevoli che questa azione militare di rafforzamento dell’Ucraina era ed è una provocazione bella e buona rispetto alla quale Putin non sarebbe potuto restare indifferente, allora diciamoci la verità per quella che è e cioè che l’Europa agli ordini di Washington ha dichiarato guerra alla Russia. Siate onesti e dite la verità. Ma quale aggressione, Putin si sta difendendo da tutto il resto del mondo!”
Luigi Mercogliano, giornalista

Intanto la Cina ha rifiutato di definire “invasione” le mosse della Russia sull’Ucraina e ha esortato tutte le parti ad esercitare moderazione…
“La NATO non ha truppe all’interno dell’Ucraina e non ha intenzione di inviare nessuna nel Paese.”
Jens Stoltenberg, segretario generale della NATO
Forse noi in Europa dovremmo capire prima a cosa andremo incontro.

Anna Tortora

Nata a Nola. Si è laureata alla Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale. Le sue passioni sono la politica, la buona tavola, il mare e la moda. Ha militato per diversi anni in Azione Giovani e poi in Alleanza Nazionale. Accanita lettrice, fervente cattolica e tifosa del Milan.