Nappi (Lega): il Pd rispetti la democrazia invece di calpestarla e muovere i fili dei burattini della contestazione

Condividi

“Ritorna il vecchio vizio delle sinistre: protestare invocando la democrazia nello stesso momento in cui la si calpesta, non rispettando il voto della maggioranza degli italiani. Non sono questi folcloristici quanto sparuti e patetici gruppuscoli in cerca di notorietà a dare noia, oggi a Napoli o ieri a Roma, ma chi ne muove le fila nell’ombra. È il solito Pd che inizia ad inventarsi fantomatici pericoli per il Paese sui quali far soffiare il vento della paura. Si vergognino Letta e i suoi, qui in Campania, prima di tutti De Luca, di essere così indegni interpreti della lezione dei nostri padri costituenti, di cui pure si riempiono la bocca. Si devono rassegnare e rispettare prima di tutto il diritto degli italiani ad avere una situazione politica coesa e serena. Quella che serve oggi più che mai per uscire dalla crisi drammatica di questi difficili anni”. Lo afferma Severino Nappi, capogruppo della Lega del Consiglio regionale della Campania. 

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]