Napoli, Via Marina: 26enne marocchino denunciato per rapina e lesioni

Condividi

Stanotte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su segnalazione della Centrale Operativa sono intervenuti in piazza Guglielmo Pepe per una rapina.

NARDONE

I poliziotti sono stati avvicinati da un uomo che ha raccontato di essere stato aggredito e rapinato del portafogli e del cellulare da tre persone. Gli agenti, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima, poco dopo hanno rintracciato e bloccato nella vicina via Marina uno dei rapinatori.

A. H., 26enne marocchino con precedenti di polizia e irregolare sul territorio nazionale, è stato  denunciato per rapina e lesioni, nonché per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Piazza Sannazzaro: 34enne arrestato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e denunciato per tentata rapina.

Stanotte gli agenti del Commissariato San Ferdinando, durante il servizio di controllo del territorio, transitando in piazza Sannazzaro hanno visto alcune persone che avevano bloccato un uomo che, poco prima,  aveva tentato una rapina ai danni di una ragazza che era riuscita a sfuggirgli.
I poliziotti, dopo una colluttazione, hanno bloccato il malvivente, P. G., 34enne nigeriano con precedenti di polizia e irregolare sul territorio nazionale, e lo hanno arrestato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale e denunciato  per tentata rapina.

Caro lettore, ilmonito.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

ILMONITO crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] - Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

Redazione

Redazione

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo. [email protected]